post

Montella in sala stampa: “Per lunghi tratti ci siamo vergognati oggi”

Tutti abbiamo dato meno delle nostre possibilità. Per lunghi tratti ci siamo vergognati oggi. Noi dovevamo essere pronti perchè ce lo aspettavamo. Che ci serva da lezione e ci aiuti a crescere velocemente. Non voglio appellarmi a nessun tipo di alibi, non è nel mio stile. Non siamo stati all’altezza da un punto di vista mentale.

C’è da capire come mai c’è stata la reazione sul 5-0: perchè non c’era più il peso per il risultato? Ci può stare. Ma così non va bene.

La pressione sulla Fiorentina non ci dovrebbe essere se è un anno di transizione no?

La pressione c’è, non è colpa dei ragazzi per carità ma oggi ho visto ad esempio Vlahovic un altro giocatore dopo il gol. Nel primo tempo un giocatore, nel secondo un altro. Dobbiamo capire cosa ci è mancato per vincere.

Quanto le è dispiaciuto lasciar andare Simeone?

Non ho nessun rimorso, è stata fatta una scelta insieme. Non era più sereno a Firenze. A Cagliari poteva rilanciarsi e sono contento per lui, ma qui non c’erano più le condizioni per continuare.

I segnali di Vlahovic rappresentano qualcosa?

Dusan è un giocatore in cui credo tantissimo e può diventare importante, avrà il suo spazio, forse di più forse di meno ma siamo qui a incoraggiarlo perchè crediamo in lui.

Il Cagliari sembrava correre di più…

La questione fisica è una conseguenza se non ci sei con la testa. Andavano forte perchè son forti, soprattutto a centrocampo. Hanno giocato al 100% e noi al di sotto. Bisogna esser cauti e giusti nei giudizi.

Fiorentina sorpresa da un Cagliari extra galattico e giudizio forse ingeneroso verso la tua squadra?

Non siamo stati sorpresi dal Cagliari, ce lo aspettavamo così. La mia delusione nasce da questo. Dobbiamo tirare gli orecchi a noi stessi proprio per questo.

Perchè oggi si parla di pressione sui giovani quando invece dovrebbero giocare in maniera più spensierata?

Oggi se sabgli una partita sei brocco, una volta non era così. Ci dobbiamo adeguare velocemente.

post

Pradè: “Stagione importante per costruire la squadra del futuro”

Dopo le parole del tecnico arrivano anche quelle del Direttore Sportivo Pradè: “Partita persa da un punto di vista psicologico, la crescita sta in questo. Ma non sono preoccupato, è una squadra forte e noi non ci siamo stati. Siamo stati leggeri, poi metti errori tecici e tattici e succede quel che succede. Ma si lavora con l’intelligenza di capire gli errori e rimetterci sulla strada giusta. Per me è una stagione importante per vedere cosa succede in campo e poi costruire la squdara. Non sarà facile ora per le assenze. Faremo attenzione ai nazionali appena rientrano tutti parlerò alla squadra e dirò loro cosa voglio”

post

Montella a DAZN: “Delusi ma ancora ottavi. Coi giovani ci può stare”

Le parole di Vincenzo Montella ai microfoni di DAZN:

C’è poco da commmentare, sono stati superiori da un punto di vista mentale e questa è colpa nostra. Poi vengono fuori i limiti tecnici e quindi tattici. Ci serva da reazione, è stato un calvario. Sono cose gravi, ci devono dare la forza per riprendere il nostro cammino considerando che siamo ottavi quindi qualcosa di buono abbiamo fatto. Ci sono stati superiori, non c’è altro da dire.
Abbiamo approciato male la partita ma non è una scusante. Tra i loro giocatori e i nostri come undici titolare ci sono più di 40 anni di differenza. Loro poi hanno giocato al massimo e noi no, ci siamo liberati solo sul 5-0, con la doppietta di Vlahovic nota positiva. Puntando sui giovani a volte ci può stare. Deluso più dagli anziani? Abbiamo fatto errori in tutte le parti del campo. Vlahovic con Ribery, Chiesa e Castrovilli? Sono un po’ tanti. Vlahovic mi ha dato buone risposte, mi aspetto questo da lui

post

Cagliari-Fiorentina (finale): 5-2. Doppietta di Vlahovic nel buio.

La Fiorentina affronta la complicata trasferta di Cagliari contro una squadra ben costruita che ha iniziato molto bene il campionato e si trova davanti ai viola.

Nella Fiorentina rientra Caceres in difesa dopo i problemi muscolari.

Occasione per Dusan Vlahovic che partirà titolare nella sfida con Giovanni Simeone per la prima volta da ex con la casacca rossoblu.

Ecco le formazioni del match nel “lunch time” della dodicesima giornata:

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Simeone, Joao Pedro. All. Maran
FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic. All. Montella

Sintesi partita

Siamo pronti all’inizio del match. Le squadre stanno per entrare in campo.

Montella da le ultime indicazioni ai ragazzi

1′ Partiti!!! Forza Fiorentina!!!

4′ Occasione Cagliari subito con Simeone!!! Sponda di Joao Pedro sbaglia tutto solo ma c’era probabile fuorigioco.

8′ Si fa vedere la Fiorentina dopo un buon inizio del Cagliari, ma sbaglia tutto Chiesa.

11′ Cagliari ancora pericoloso, dagli sviluppi di un corner. Il pallone arriva ancora a Simeone solo davanti a Dragowski ma è in evidente fuorigioco.

13′ Occasione Fiorentina!! Proprio nel minuto di Astori! Calcio di punizione di Pulgar e per poco non arriva Pezzella a metterla in rete!!

13′ E’ IL MINUTO DI ASTORI. COMMOVENTE IL RICORDO DI TUTTO LO STADIO. L’ARBITRO FERMA LA PARTITA PER LA COMMEMORAZIONE.

14′ GOL DEL CAGLIARI. ROG PORTA IN VANTAGGIO I ROSSOBLU. ASSIST DI NAINGGOLAN, BELLISSIMA AZIONE COMPLESSIVA DEL CAGLIARI.

15′ Il Var conferma, il gol è valido.

19′ Dragowski!!! Salva il risultato su Simeone che calcia in porta dopo essersi bevuto la difesa.

20′ E’ sempre il Cagliari a fare la partita e gioca davvero bene. Ci sono intanto problemi per Chiesa.

21′ Ammonito Castrovilli che era diffidato. Salterà la trasferta di Verona.

22′ Chiesa non sta bene, si riscalda Sottil che non è al meglio.

24′ Rischia la Fiorentina! Salva Caceres su Nainggolan dopo erroraccio di Pezzella.

26′ RADDOPPIO DEL CAGLIARI. PISACANE DI TESTA LASCIATO SOLO IN AREA DA VLAHOVIC.

28′ Doccia fredda per la Fiorentina affondata dall’uno-due dekll Cagliari. Giocano benissimo i ragazzi di Maran, la Fiorentina sta facendo molto poco.

30′ Prova a farsi vedere la Fiorentina, Castrovilli mette in mezzo ma guadagna solo un angolo.

33′ GOL DEL CAGLIARI. NAINGOLLAN IMPEGNA DRAGOWSKI CHE RESPINGE, POI ASSIT PER SIMEONE CHE DI TACCO METTE IN PORTA. LA FIORENTINA E’ ALL’INFERNO. GIOCA MALISSIMO. C’E’ SOLO IL CAGLIARI IN CAMPO, RISCHIA LA GOLEADA.

38′ Ci prova Pezzella dopo un rimpallo in area e Olsen fa il miracolo. Giornata nera per la Fiorentina.

42′ Pulgar si fa anticipare poi per recuperare commette fallo da dietro. Ammonito, era diffidato, salterà Verona anche lui. Giornata drammatica per la Fiorentina.

44′ C’è solo il Cagliari in campo. Fiorentina disastrosa.

45′ Finisce il primo tempo più disastroso della Fiorentina. Non c’è stata partita, la squadra non è scesa in campo. Il Cagliari ha dimostrato di essere squadra a differenza della squadra di Montella. Pesanti anche i gialli di Pulgar e Castrovilli che salteranno Verona.

46′ Ricomincia la partita. In campo Sottil al posto di un pessimo Lirola, ma in realtà non si salva proprio nesusno nel primo tempo.

48′ Prova a reagire la Fiorentina con rabbia con Chiesa che cerca la sponda in area ma non trova nessuno.

51′ Sembra un’altra Fiorentina nella ripresa, Dalbert spara in porta si salva il Cagliari!!

54′ GOL DEL CAGLIARI. 4-0 LA FIORENTINA PROVA A REAGIRE E IL CAGLIARI LA PUNISCE SUBITO. NAINGGOLAN IN CONTROPIEDE SERVE JOAO PEDRO DAVANTI A DRAGOWSKI CHE INSACCA. CHE MAZZATA PER LA FIORENTINA.

59′ Simeone davanti a Dragowski si fa parare il tiro. La Fiorentina è completamente fuori partita.

60′ Lo sguardo di Montella è indicativo della sua Fiorentina

65′ MAGIA DI NAINGGOLAN. 5-0 CAGLIARI. E’ UNA FIORENTINA VERGOGNOSA.

68′ Cagliari addirittura vicino al 6-0. Incredibile la Fiorentina di Montella. Una lezione di calcio difficilemente smaltibile.

72′ Difficile commentare questa partita giocata solo ed esclusivamente dal Cagliari. Si fatica a trovare una partita giocata così dalla Fiorentina.

74′ GOL DI VLAHOVIC. UN LAMPO NEL BUIO.

77′ Ammonito Benassi per simulazione in area.

80′ Dieci minuti al termine, per fortuna.

84′ Prova il tiro Ghezzal, para Olsen.

87′ DOPPIETTA VLAHOVIC. BELLO IL GOL DI DUSAN. NELLA DISFATTA E’ L’UNICA NOTA POSITIVA!

90’+2′ Finisce qui. Pesantissima sconfitta della Fiorentina a Cagliari.

post

Cagliari-Fiorentina: le formazioni ufficiali. Vlahovic in attacco

La Fiorentina affronta la difficile trasferta di Cagliari nel match del lunch time della dodicesima giornata.

Partita particolare per il buon momento del Cagliari che ha fatto un inizio stagione straordinario e perchè si troveranno davanti, per la prima volta da rivali, l’ex “Cholito” Simeone che guiderà l’attacco dei rossoblu e quel Dusan Vlahovic che, di fatto, gli ha soffiato il posto nella squadra gigliata.

A dire il vero Vlahovic non ha avuto molte possibilità per mettersi in mostra in questa stagione, essendo partito titolare solo nella gara d’esordio contro il Napoli persa 3-4 ma dove il giovane attaccante non aveva certo sfigurato.

Da allora soltanto scampoli di partita e subentrato sempre in condizioni non ottimali dell’incontro. Nell’ultima partita contro il Parma il giovane viola è entrato nella ripresa cambiando l’inerzia della squadra e permettendo così di arrivare al pareggio di Castrovilli.

Per l’occasione mister Montella ha deciso di dargli un’occasione da titolare, viste anche le ultime prestazioni deludenti del Prince Boateng.

In difesa rientra anche l’importantissimo Caceres dopo i problemi muscolari.

Ecco le formazioni ufficiali di Cagliari e Fiorentina:

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Simeone, Joao Pedro. All. Maran
FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic. All. Montella

post

Vlahovic: “Sono contento che la gente mi ama. A Cagliari per vincere.”

Le parole del centravanti viola Dusan Vlahovic. Il suo ingresso in campo ha cambiato volto alla squadra:

Le mie occasioni? Per me è importante fare gol per mettere il mister in difficoltà. Migliorato in allenamento? Il mio lavoro è impegnarmi sempre al 100% per mettere il mister in difficoltà. Titolare per i tifosi? Mi fa piacere quando mi vogliono i tifosi, ho già detto che questa piazza mi piace molto ma è il mister che deve decidere, io devo lavorare per metterlo in difficoltà. Nel primo tempo non abbiamo giocato come volevamo, ma credo che faremo bene perchè siamo giovani e i più vecchi ci aiutano tanto. Dobbiamo ora guardare avanti. Pedro mio rivale? Tutti giochiamo insieme per la Fiorentina non possiamo essere rivali. Tutti abbiamo un obbiettivo ed è solo la vittoria. L’importante è che la Fiorentina vinca. Io sono molto giovane e comunque l’affetto della gente mi da tanta forza. Sono contento che la gente mi ama a mi voglia, sto tanto bene qui. Il presidente? Come avete visto tutti sta lavorando tanto per noi, ci è sempre vicino. Quando non c’è lui c’è sempre il figlio. Lui ci porta un entusiasmo incredibile, ci sentiamo come una famiglia. Adesso stanno iniziando a lavorare per il centro sportivo ed è una cosa molto bella. La sfida con Simeone? Gli voglio bene è un ragazzo molto bravo anche come giocatore. Noi dobbiamo pensare a vincere per salire ancora in classifica. Oggi il Cagliari ha vinto contro l’Atalanta, sono forti ma non abbiamo paura di nessuno e andiamo lì per vincere.

post

Pradè: “Ripresa gagliarda e di carattere. Pedro comincia a stare meglio…”

Le parole del Direttore Sportivo dopo Fiorentina-Parma:

Come interpretare questo pareggio? Nella nostra maniera di crescere. Non abbiamo fatto un buonissimo primo tempo, il Parma è squadra difficile da affrontare con un campione come Gervinho. Mentre il nostro campione Ribery non c’era. Ma la squadra ha fatto una ripresa gagliarda e di carattere provando anche a vincerla con un po’ di paura di perderla. Questo dimostra che la squadra c’è e non molla, abbiamo soluzioni e le soluzioni stanno crescendo. Avevamo in capo 5 under 23 perciò prendiamoci la nostra crescita graduale. L’errore di Chiesa? Ha messo l’anima nel secondo tempo, ha fatto fare almeno due cambi di modulo a loro, un giocatore che fa sempre la differenza. Castrovilli? Un calciatore che sta facendo la differenza, spero che continui a lavorare con questa umiltà sempre. Venuti? Lorenzo ha fatto una grandissima partita come Ranieri. Pedro dal primo minuto? Sta facendo il suo percorso, se è entrato vuol dire che comincia a stare meglio. Dalbert? Ha gamba, deve migliorare solo sotto l’aspetto tecnico.

post

Montella: “Sono giovane anche io, permettetemi di sbagliare ogni tanto..”

Le parole del tecnico viola Vincenzo Montella ai microfoni di Sky:

I ragazzi hanno dato grande risposta nel secondo tempo rispetto al primo. Hanno reagito in maniera esperta, in maniera egregia. I ragazzi non erano soddisfattti a fine partita quindi la mentalita è quella giusta.”

Ci voleva il gol per svegliare a Fiorentina?

Si ho detto proprio questo, il gol forse ci ha dato la strigliata per fare di più. La squadra ha avuto reazione in una partita difficile tirando 19 volte in porta. La squadra era presente, forse se eravamo più precisi potevamo portare a casa una vitttoria sofferta come capita spesso in Serie A. Credo che in queste due partite così ravvicinate siano arrivati punti importanti.”

A parte la palla persa da Chiesa, secondo te Chiesa interpreta la partita come tu vorresti?

Federico è un generoso e ha giocato con l’influenza oggi. E’ generoso, a volte deve cerare più dialogo coi compagni ma oggi ha fatto una partita generosa e non stava bene. Certo mi arrabbio se vedo la palla persa con cui abbiamo preso gol, ricordiamoci che ha 22 anni e la sua maturità la deve ancora acquisire. Per me diventerà un top player perchè ascolta e ha voglia di lavorare. Certo non gli dico di perdere palla quando siamo in uscita…

La Fiorentina oggi con sei undicesimi dal settore giovanile, se Commisso vuole vincere bisogna continuare a puntare sui giovani a parte qualche campione come Ribery? Parlo di Ranieri, Castrovilli, Vlahovic…

Si, sui ragazzi è un orgoglio. Sono il nostro futuro oltre che il presente. C’è da mettere in preventivo qualche errore è ovvio, li fanno anche i più esperti. Ma la società punta su questo visto anche i rinnovi già arrivati.

Continua in sala stampa:

Primo tempo giocato con superficialità?

Primo tempo giocato con superficialità? Si è vero, non mi è piaciuto l’atteggiamento nel primo tempo. Dovuto a cosa non lo so, forse per la squadra giovane o forse per le partite ravvicinate. Si sta seminando qualcosa di importante secondo me, con il pubblico che ci ha incitato fino alla fine. E’ bello giocare con i nostri ragazzi contro una squadra esperta come il Parma. Sono giovane anche io, fatemi sbagliare anche a me qualche volta. Siamo una squadra divertente che prova a fare calcio. Io non ho ancora visto giocare nessuno ancora come la Fiorentina. Partire con una formazione diversa? A volte sbagli prima a volte sbagli dopo, fa parte del nostro lavoro. Le partite sono fatte di momenti da interpretare al meglio.

post

Fiorentina-Parma (finale): 1-1. Il Parma ferma la Fiorentina al Franchi.

Per il match delle 18 contro il Parma, Montella si affida al 4-3-3.

Dopo la bella vittoria a Reggio Emilia contro il Sassuolo in rimonta, il mister viola cerca continuità contro gli emiliani, avversario comunque ostico.

Davanti ancora Boateng, con Vlahovic relegato in panchina.

Queste le formazioni ufficiali delle due squadre:

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Venuti, Milenkovic, Ranieri, Dalbert; Pulgar, Badelj, Castrovilli; Chiesa, Boateng, Ghezzal. A disp.: Terracciano, Pedro, Sottil, Cristoforo, Eysseric, Ceccherini, Lirola, Benassi, Zurkowski, Vlahovic, Rasmussen, Terzic.

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Scozzarella, Kucka, Hernani; Gervinho, Kulusevski, Karamoh. A disp.: Colombi, Alastra, Cornelius, Brugman, Camara, Gagliolo, Sprocati.

Sintesi partita

Manca poco all’ingresso in campo delle squadre

Montella sceglie ancora Boateng, siede in panchina Vlahovic.

Squadre in campo si comincia tra pochissimo

1′ Partiti!!! Forza Fiorentina!!!!

1′ Parte forte la Fiorentina, già due calci d’angolo nel primo minuto, senza sviluppi interessanti però

3′ Buono l’intervento difensivo di Ranieri su Karamoh, tutto regolare ma resa a terra il giocatore del Parma




5′ Prova il sinistro Dalbert servito da Boateng. altissimo.

9′ Pericoloso il Parma! Karamoh crossa in area per Hernani che per fortuna non trova la porta.

13′ Si fa vedere ancora il Parma con Gervinho che arriva in area, lo ferma direttamente Dragowski.

17′ Ci prova Badelj al volo dal limite dell’area, pallone altissimo.

19′ Lotta Chiesa nell’area del Parma cercando il calcio d’angolo, ma l’ultimo tocco è il suo.

22′ Buono il pallone di Dalbert per Chiesa in area, non aggancia bene il fuoriclasse viola

24′ Bravissimo Venuti!! Va via Gervinho in velocità, lo insegue sulla fascia e alla fine lo ferma in fallo laterale! Applausi del Franchi. Non è facile correre alla stessa velocità di Gervinho

27′ Ammonito Pezzella nel Parma per il fallo su Pulgar.

31′ La Fiorentina crea gioco ma le occasioni in attacco sono pochissime.

34′ Bene Ghezzal che serve Dalbert sulla sinistra, prova il cross l’ex Inter ma trova solo l’angolo.

40′ GOL DEL PARMA. SBAGLIA TUTTO CHIESA IN ATTACCO, PERDE PALLA E IL PARMA VA IN CONTROPIEDE CON GERVINHO CHE FREDDA DRAGOWSKI, MALE CHIESA IN QUESTA OCCASIONE.

41′ Ranieri bene in area per Boateng che di testa manda alto.

43′ Punizione di Pulgar in area per Ranieri che di testa spizza solo il pallone.

45′ 1 minuto di recupero

45’+1′ Non succede più nulla, finisce il primo tempo: Fiorentina-Parma 0-1.

INT La Fiorentina fatica a creare gioco, le occasioni pericolose sono state pari a zero. Manca potenziale offensivo, Boateng non è in grado di fare molto. Sbaglia un colpo di testa sotto porta e non riesce mai a rendersi pericoloso. Male anche Badelj in fase di costruzione. Malissimo Chiesa che si intestardisce sempre troppo e perde il pallone che costa il gol del Parma. Serve una Fiorentina completamente diversa nella ripresa.

46′ Si ricomincia, nessun cambio nelle squadre, Vlahovic resta a sedere in panchina.

47′ Pallone in verticale per Boateng che non tiene il pallone…

50′ Prova il destro gervinho dal limte, pallone altissimo.

53′ Chiesa per Boateng che spara a lato di poco!! E’ l’occasione migliore della partita per la Fiorentina

54′ Entra finalmente un attaccante: Vlahovic al posto di Ghezzal

56′ Salva il risultato Dragowski su Gervinho lanciato a rete! Meno male…

57′ Ancora Parma, va al tiro Kulusevski, para a terra Dragowski

60′ Mezz’ora alla fine. Perplesso Commisso in tribuna.

67′ GOOOOOOL!!! CASTROVILLI DI TESTA SU ASSIT DI DALBERT!!! ANCORA LUI!!! L’ANIMA VIOLA!!!!

68′ Ancora Fiorentina va vicina al gol con Vlahovic!!

71′ Vlahovic!!!!! Cross in area e tiro al volo di Dusan che non trova la porta! Sarebbe venuto giù lo stadio!! Ma è un’altra squadra dopo l’ingresso di Vlahovic!!!

78′ Punizione di Pulgar in porta, troppo centrale il tiro.

83′ Cross in area per Chiesa che non trova la porta di testa!!

84′ Entra Pedro nella Fiorentina!!!! Al posto di Boateng. Esordio in maglia viola.

86′ Prova Pulgar da fuori troppo centrale!!!

90′ Ci saranno 4 minuti di recupero

90’+4′ Finisce qui. 1-1 tra Fiorentina e Parma al Franchi.

Fiorentina-Parma 1-1: la partita a modo mio

Siamo alle solite. Come successo nella partita contro il Sassuolo e anche in precedenza, la Fiorentina ha regalato un tempo all’avversario, con la conseguenza di dover rimontare a fatica un risultato negativo. Certo, gli alibi ci sono e importanti. Le assenze di questa squadra per le squalifiche (Ribery) e per gli infortuni (Caceres e Lirola) si fanno sentire in maniera importante. Ma non basta per giustificare una scelta di formazione che Montella si intestardisce a proporre senza attaccanti. O meglio. gli attaccanti (in teoria) ci sarebbero in campo. Se vogliamo considerare ancora Boateng un attaccante di peso. Ma, purtroppo. il buon “Prince” non è in grado di supportare, da solo, il potenziale offensivo della squadra. E non si è capito certo oggi. Del resto con l’ingresso di Vlahovic nel secondo tempo, si è vista una manovra più votata all’attacco che ha portato, di fatto, al bellissimo gol del pareggio di Castrovilli. Che partita dopo partita sta diventando la vera anima della squadra. Sostituendosi sempre più nel cuore dei tifosi a quel Chiesa che fino alla scorsa stagione era considerato un intoccabile da tutti. Ma che non risulta esserlo più. Troppo egoista il buon Federico e con la testa a volte altrove. Come in occasione del gol del vantaggio del Parma, scaturito da un suo errore in attacco. Si intestardisce spesso nel cercare la giocata, nel dribbling di troppo, perdendo spesso il pallone e arrabbiandosi non si sa bene con chi. Per ammissione dello stesso allenatore che nel difenderlo (giustamente) a spada tratta, ne sottolinea la gioventù e la necessità di crescere ancora tanto. Finalmente abbiamo visto in campo anche Pedro, giusto per renderci conto che esiste. Niente più ci potevamo aspettare dai suoi cinque minuti dell’esordio in maglia viola. Adeso ci aspetta una trasferta difficilissima e intrigante allo stesso tempo, contro il Cagliari dell’ex Simeone. Una squadra ben costruita che sta volando in campionato, che ha battuto nettamente anche l’Atalanta in casa propria e che si trova attualmente in piena zona Champions. Con la speranza che, non essendoci di fatto molto da perdere, si possa provare a giocare come fanno praticamente tutte le squadre al mondo: con un (vero) attaccante in campo dal primo minuto.

Sempre Forza Fiorentina!