post

C. Italia: “Volere è Potere”. Fiorentina, quanto ci credi?

Tra due giorni si gioca la partita più importante della stagione della Fiorentina. “LA PARTITA”, come l’ha definita qualche giocatore sul suo profilo social.

Quel ritorno di Coppa Italia a Bergamo contro l’Atalanta atteso ormai da mesi. C’è da ribaltare il risultato non propriamente positivo dell’andata, quando la Fiorentina di Stefano Pioli riuscì a riagguantare un risultato (3-3) che sembrava compromesso dopo il fulminante 2-0 dei nerazzurri di Gasperini.

Da quel giorno la Fiorentina ha cambiato allenatore, è tornato Vincenzo Montella. Da quel giorno, in campionato, la Fiorentina ha inanellato una serie di risultati catastrofici, portando a casa solo 4 punti in 8 partite e senza mai vincere. Portando a casa già un risultato pesante proprio contro l’Atalanta a Bergamo (3-1 per i bergamaschi). Un cammino da piena retrocessione che gli è valsa la decisa posizione in classifica insieme al Cagliari. Senza più alcun obbiettivo stagionale.

Di contro, l’Atalanta, ha portato a casa nello stesso periodo ben 18 punti, andando a vincere addirittura a Napoli nell’ultima giornata. Oggi la squadra di Gasperini è al quarto posto in classifica, a giocarsi un posto Champions insieme al Milan. A ben 16 punti (sedici!!!) sopra la Fiorentina.

Sulla carta, non sembrerebbe esserci storia. Ma il calcio, si sa, non sempre tiene conto dei valori reali.

Sebbene la Fiorentina fosse partita con ambizioni superiori a quelle dell’Atalanta, il campionato ha invece evidenziato tutti i limiti di una squadra costruita male e che ha visto in alcuni dei suoi protagonisti un fallimento sportivo inatteso (Pjaca e Simeone su tutti).

L’Atalanta, invece, pur con una partenza molto rallentata, ha preso convinzione giornata dopo giornata, diventando la quarta forza del campionato e dimostrando una tenuta atletica e fisica superiore a tutte le altre squadre.

Facendo la somma dei valori attuali, come si può pensare di presentarsi a Bergamo per vincere?

Eppure, la storia, ci insegna che è possibile. Perchè, come si dice, “il pallone è rotondo” e soprattutto perchè le motivazioni, spesso, fanno la differenza. Altrimenti Davide non avrebbe mai sconfitto Golia.

In Champions abbiamo visto la giovanissima squadra dell’Ajax mettere sotto (andata e ritorno) niente meno che la Juventus di Cristiano Ronaldo. Certo, l’Ajax ha passato il turno con il gioco, mica con le chaicchiere. Quel gioco, ahimè,, che la Fiorentina non ha mai avuto quest’anno.

C’è però qualcosa che rende la vita più interessante, che permette a chiunque di poter ottenere qualsiasi cosa: si chiama motivazione.

Lungi da noi sperare che l’Atalanta non ne abbia, sia chiaro. Gasperini, nel dopo partita di Napoli, non ha nascosto le ambizioni Champions, senza però sminuire ( ci mancherebbe altro ) l’obbiettivo di arrivare in finale di Coppa Italia.

E la Fiorentina? Quanto ci crede? Ecco il vero nocciolo della questione. Quello che può fare la differenza.

Per la Fiorentina sarà la partita della vita (almeno lo auspichiamo). Molti giocatori Viola hanno dichiarato, in più occasioni, di voler vincere questa coppa anche per Davide Astori. Oltre che per i tifosi sempre straordinari anche nelle gravi difficoltà di questa stagione. Sarebbe bellissimo poterlo fare. Alzare quella Coppa al cielo verso Davide.

Ecco che le motivazioni possono far scivolare la “palla” anche su un piano inclinato maledettamente in salita, come appare in questo momento.

Sperando che i giocatori della Fiorentina che scenderanno in campo, giovedì a Bergamo, abbiano nel Cuore, nella testa e nelel gambe, quella Forza oscura che ti fa spostare le montagne. E che, senza scadere nel blasfemo, che le maglie Viola in campo, possano essere una in più.

Forza Fiorentina!!!

 

 

post

Montella nel dopopartita: “Oggi sfortunati, meritavamo di più”

Parla mister Montella dopo la sfida persa contro la Juventus:

La Juventus non ha certo vinto lo scudetto oggi ma in tutto il loro percorso. Siamo dispiaciuti per il risultato perché la Fiorentina ha creato di più almeno in termini di occasioni, ne ho contate cinque nitide nel primo tempo. Poteva andare meglio, ora pensiamo a giovedì. Contro l’Atalanta non credo che avremo le stesse occasioni e comunque dobbiamo sfruttare meglio quelle che avremo. Oggi anche sfortunati, per l’autogol e i due legni ma sono fiducioso. Noi vantaggio perchè l’Atalanta gioca dopo di noi? All’andata, anche se io non ero l’allenatore della Fiorentina, so che loro hanno avuto un vantaggio allo stesso modo. L’Atalanta ha una rosa ampia, saprà affrontare la difficoltà. Creato tanto e raccolto poco? Oggi abbiamo giocato bene ma non abbiamo portato a casa nulla. Coppa italia? Giovedì abbiamo l’obbligo di andare a Bergamo e avere la consapevolezza di di dover far bene per noi e per la città. Squadra arrabbiata? Domenica abbiamo pareggiato ed eravamo arrabbiati, anche oggi volevamo vincerla. Ho comunque visto dei bei segnali per Bergamo. Chiesa? L’ho tolto per precauzione in vista della gara di giovedì

La voce degli altri protagonisti nel dopo partita.

Kevin Mirallas: “Oggi abbiamo giocato bene anche se il risultato non è stato buono. Nel primo tempo potevamo fare più gol per chiudere la prtita ma abbiamo trovato davanti una squadra forte. Una buona prestazione in vista di giovedì. Per noi è la partita della vita, è troppo importante e vogliamo vincerla. La cosa più importante è vincere questa Coppa, anche per Davide

Milenkovic, autore del gol del vantaggio viola, sul suo profilo Instagram: “Abbiamo dimostrato che siamo un grande gruppo. Possiamo giocarcela con chiunque. Capisco il rimpianto per le occasioni perdute ma ora ciò che conta è preparare bene la prtita di giovedì noi in campo e voi sugli spalti. Insieme possiamo farcela! Forza grande Viola

Ceccherini su Instagram: “C’è tanta rabbia e rammarico per aver subito questa sconfitta e non aver concretizzato quanto fatto di buono. Con questo spirito di squadr e e ancora più determinazione prepariamo “LA PARTITA” di giovedì. TUTTI UNITI

Massimiliano Allegri, allenatore Juventus: “Nel primo tempo oggi ci è andata bene perchè potevamo anche andare sotto 0-2. Poi nella ripresa siamo stati bravi a portarla a casa. Era difficile vincere oggi anche per i tanti infortuni“.

 

post

Juventus-Fiorentina (Finale) 2-1: Fiorentina rimontata a Torino

Allo Juventus Stadium si affrontano le eterne rivali Juventus e Fiorentina.

La Juventus è pronta a festeggiare il suo ottavo scudetto consecutivo, con 5 giornate in anticipo. Basta un punto ai bianconeri di Allegri appena usciti dalla Champions League per opera dell’Ajax. La Fiorentina vuole dimostrare di essere viva in attesa della partita più importante dell’anno, la semifinale contro l’Atalanta.

Ecco le formazioni ufficiali del match:

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny, Bonucci, Cancelo, Can, Rugani, Pjanic, Alex Sandro, Matuidi, Cuadrado, Ronaldo, Bernardeschi.

A disp: Pinsoglio, Del Favero, De Sciglio, Barzagli, Kean, Bentacur, Spinazzola, Mavididi, Nicolussi

All.: Allegri

FIORENTINA (4-4-2): Lafont, Milenkovic, Pezzella, Ceccherini, Chiesa, Veretout, Benassi,  Dabo, Hancko, Mirallas,  Simeone.

A disp: Brancolini, Ghidotti, Laurini, Biraghi, Norgaard, Gerson, Beloko, Edimilson, Graiciar, Vlahovic, Muriel, Vitor Hugo.

All.: Montella

 

Sintesi partita

3′ In aanti subito la Juventus, palla dentro per Alex Sandro su cui chiude Pezzella

5′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!! GOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!! IN VANTAGGIO LA FIORENTINA!!!!!! INCREDIBILE ALLO STADIUM!!!!!  PALLA AL CENTRO DI CHIESA, SZCZESNY NON TRATTIENE, BENASSI LA TOCCA DIETRO E MILENKOVIC TRAFIGGE L’ESTREMO DIFENSORE BIANCONERO!!!!

11′ Ancora occasione Fiorentina!!!! 3 contro 2 ma Mirallas spara alto!!!

15′ Ci prova Bernardeschi ma sbaglia

20′ Ancora grandissima occasione Fiorentina!!!! 2 contro 1, ma Bonucci chiude!!! Questa era una occasione ghiottissima!!!

25′ Ancora in gol la Fiorentina con Simeone! Ma era in fuorigioco, gol annullato.

28′ Cross pericoloso di Cancelo esce con i pugni Lafont

29′ Ci prova Pezzella da distanza siderale, palla in curva.

30′ Sinistro di Pjanic deviato, para a terra Lafont

31′ Palla per Chiesa i nara di rigore pallone troppo lungo interviene Szczesny!!! Peccato, altra ottima ocasione Viola!!!

33′ Palo di Chiesa!! Incredibile Fiorentina!!!!! Federico Chiesa si gira in area e colpisce il legno a Szczesny battuto!!!!

36′ Cross di Cancelo per Ronaldo anticipato da Hancko. Calcio d’0angolo Juventus.

37′ GOL DELLA JUVENTUS. ANGOLO DI PJANIC, ALEX SANDRO SORPRENDE HANCKO E IN AVVITAMENTO BATTE LAFONT DI TESTA. PECCATO DAVVERO, NON MERITAVA IL PAREGGIO LA JUVE.

40′ Rischia la frittata Szczesny con una uscita fuori aria arrembante. Fortunata la Juventus.

42′ Traversa di Chiesa!!!! Ma non è possibile!! Meritiamo il vantaggio!!!

45’+2′ Finisce il primo tempo. 1-1 tra Juventus e Fiorentina. Ma la Fiorentina meritava assolutamente di finire in vantaggio, anche per i due pali presi da Federico Chiesa.

46′ RIcomincia la partita

49′ Cross di Veretout in area bianconera, troppo lungo per Chiesa e Simeone.

53′ GOL JUVENTUS. RONALDO SULLA DESTRA METTE IN AREA E PEZZELLA FA AUTOGOL NEL TENTATIVO DI ANTICIPARE BERNARDESCHI.

56′ Ancora occasione Juve con Ronaldo, murato dalla difesa viola.

57′ Bel pallone di Simoene in area, Szczesny salva sui piedi di Chiesa!

60′ Contropiede Fiorentina che guadagna l’angolo. Nulla da fare.

61′ Chiesa dal limite, para Szczesny!

62′ Ronaldo in area!!! Salva Milenkovic!

63′ Perde un brutto pallone Veretout, palla in area per Ronaldo, il pallone arriva poi a Pjanic che spara in porta e salva miracolosamente Lafont.

64′ Esce Chiesa entra Muriel, Si pensa alla Coppa Italia.

72′ Entra Gerson al posto di Benassi. Purtroppo ha cominato poco la Fiorentina in questa ripresa, dopo un ottimo primo tempo.

77′ Cross di Dabo senza grandi intenzioni. Esce in presa il portiere juventino.

83′ Ultimi minuti per le sperane viola di pareggiarla.

90′ Dabo davanti a Szczesny!!!! Si fa parare il tiro!!!!

90’+3′ Si chiude con la vittoria della Juventus che festeggia l’otavo scudetto di fila. Ancora senza vittorie il nuovo ciclo di Montella, ma c’è fiducia soprattutto per il buon primo tempo in vista della partita con l’Atalanta.

 

La partita a modo mio

Non era certo questa la partita da vincere. Anche se la Fiorentina ci ha provato, finalmente, soprattutto con una buona prestazione nel primo tempo. Era partita bene la squadra di Montella, spensierata, con la voglia di giocare a calcio. Mettendo in seria difficoltà i Campioni d’ Italia. Ed è stata anche sfortunata, con i due legni colpiti da Federico Chiesa. Nel secondo tempo è venuta fuori la Juventus, che doveva farsi perdonare dal suo pubblico la disfatta in Champions. La Fiorentina si è spenta, soprattutto dopo l’uscita dal campo. Nonostante abbia avuto poi l’occasione ghiottissima per pareggiarla con Dabo. Sprecata. Come, purtroppo, tante altre occasioni mal sfruttate. In primis quella dell’azione 2 contro 1 con Simeone che sbaglia clamorosamente l’ultimo passaggio a Chiesa. Sul Cholito c’è rimasto poco da dire. L’involuzioone di questo ragazzo ha dell’incredibile. Non è un attaccante, questo è l’unico dato certo. Non  è uomo assist. Cosa sia, in realtà, è ancora tutto da capire. Le indicazioni in vista della partita decisiva in Coppa Italia contro l’Atalanta son state in parte anche buone. Con una squadra che ha ricominciato a giocare, cosa che non si era vista negli ultimi mesi. La “cura Montella” sembra dare i primi segnali, anche se con gli stessi protagonisti è difficile chiedere di più al tecnico partenopeo. Se basterà per vincere a Bergamo non è dato saperlo.  La squadra vorrebbe dedicare la Coppa ad Astori, speriamo possa essere la molla giusta per dare tutto in campo. Quello che più spaventa è la pochezza della squadra senza Chiesa. Oggi è stato straordinario, la vera anima della squadra. Fuori lui, la Fiorentina è diventata una squadra paralizzata. Ci pensino bene i Della Valle come investire i soldi che prenderanno dalla cessione di Federico. Perchè a questo ragazzo, così fenomenale, non si puà più chiedere di restare a Firenze. Almeno finchè la proprietà, o almeno questa proprietà, non avrà le idee più chiare sul rilancio Viola.

Sempre Forza Fiorentina

 

 

post

Le voci dei protagonisti nel dopopartita di Fiorentina-Bologna 0-0

Parlano alcuni dei protagonisti dopo l’ennesimo pareggio Viola, in casa col Bologna.

Vincenzo Montella: “Ringrazio il pubblico per gli applausi e per aver sostenuto la squadra. Ho visto in campo una squadra con voglia di giocare, ho apprezzato l’atteggiamento e lo stare in campo. Non abbiamo sempre comandato il gioco ma sicuramente siamo stati più pericolosi. C’è mancato il guizzo e un po’ di fortuna, ma mi è piaciuto lo spirito. Il ruolo di Chiesa? Secondo me lui nasce esterno e può farlo in maniera eccellente anche in un 4-4-2. Un regista? Abbiamo giocatori simili, Veretout oggi si è adattato e Edimilson lo ha fatto in passato. Ma registi puri forse possiamo cercarli. La squadra aveva preso gol per 8 partite consecutive, oggi è un segnale positivo. L’ambiente fiorentino? Non c’è ottimismo, non si respira in giro. Ma quando venni la prima volta a Firenze era anche peggio. C’è delusione, tocca  a noi ridare entusiasmo alla gente. perchè a Firenze, più che in altre città, per fare calcio serve la coesione con i tifosi. L’abbraccio con Murelli? C’è stima tra noi, abbiamo fatto il corso insieme. In questi giorni ho sentito Pioli, l’ho ringraziato perchè ho trovato una squadra con una ottima cultura del lavoro. Mi spiace per lui, del resto capita a tutti. C’è chi esce e chi entra.”

Aggiunge in sala stampa: “Squadra impaurita? Direi più timore. Capita quando vanno male i risultati, ma nel secondo tempo i ragazzi hanno spinto e ci hanno provato. Con questo spirito si possono giocare tutte le possibilità fino alla fine. Gara con l’Atalanta? C’è prima Torino, dovremmo arrivarci pronti. Dobbiamo preparare partita per partita. Cosa manca in attacco per fare gol? Non credo che la Fiorentina abbia segnato poco per la posizione in classifica che ha. Oggi abbiamo creato diverse occasioni, bisogna continuare così.”

Ha parlato anche Luis Muriel nel dopopartita a Sky: “Cosa ci ha detto Montella in questi giorni? Per prima cosa il modo di stare in campo e ci ha chiesto di velocizzare l’azione. Oggi ci siamo riusciti in alcune occasioni. Mio potenziale inespresso? A volte sbaglio a farlo vedere poco, mi è sempre successo. Ma ho tempo per recuperare : lavoro per migliorarmi ed esprimere tutto il mio potenziale. Il mio riscatto? Non ne abbiamo ancora parlato. Penso solo a  giocare e a guadagnarmelo sul campo. Cerco sempre di aiutare la squadra e credo che questo lavoro mi darà la conferma che desidero tantissimo e anche a Firenze vogliono”

Poi su Pioli: “Ho salutato personalmente il mister, è stata la persona che mi ha voluto fortissimamente qui e lo ringrazio per aver potuto lavorare con lui. Per il rapporto che aveva con me come con tutta la squadra. A livello umano è stato uno dei migliori con cui mi sono allenato. Adesso dobbiamo far valere il suo lavoro, continuando sulla strada che ci ha aperto. Non ci aspettavamo una fine così traumatica, la squadra ha sempre dato tutto, non abbiamo vinto tanto ma da quando sono qui abbiamo perso solo 3 volte, recuperando anche tante partite che sembravano perse. MOntella? Lo conosco da tempo, le sue conoscenze ci aiuteranno a far risalire la squadra. La partita con la Juventus? Dobbiamo vincere perchè è troppo tempo che non lo facciamo. La squadra è convinta

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajilovic si sofferma sul suo rapporto con la tifoseria gigliata e sui Della Valle: “Sui tifosi della Fiorentina non mi sembra di aver esagerato. Tutta la curva mi chiamava “Serbo di m…” anche quando vincevamo. Comunque non ho rancore. I tifosi dovrebbero tenersi stretti i Della Valle invece di fare come stanno facendo

 

post

Fiorentina-Bologna (Finale) 0-0: allenatore nuovo, risultato vecchio

Ricomincia l’avventura di Vincenzo Montella in Viola. L’avversario, ironia della sorte, un altro ex allenatore viola: Sinisa Mihajilovic con il suo Bologna in piena lotta per non retrocedere.

Ecco le formazioni ufficiali:

FIORENTINA (4-2-3-1): Lafont, Milenkovic, Ceccherini, Pezzella, Biraghi, Gerson, Dabo, Veretout, Chiesa, Simeone, Muriel.

A disp. Terracciano, Brancolini, Laurini, Hugo, Hancko, Norgaard, Benassi, Fernandes, Graiciar, Mirallas, Vlahovic, Montiel.

All.: Montella

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski, Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks, Pulgar, Poli, Orsolini, Soriano, Sansone, Palacio.

A disp. Da Costa, Santurro, Calabresi, Nagy, Krejci, Dzemaili, Donsah, Paz, Svanberg, Santander, Edera, Falcinelli.

All.: Mihajlovic

 

Sintesi partita

2′ Subito Fiorentina. Calcio di punizione di Veretout per atterramento di Chiesa, il pallone bloccato da Skorupski

10′ Occasione Fiorentina, Simeone va via in contropiede e calcia in diagonale. Para ancora il massimo difensore del Bologna.

14′ La Fiorentina mantiene il pallino del gioco, fa poco il Bologna

18′ Ancora Skorupski! Para sul tiro di Dabo!

31′ Ci prova Chiesa dalla distanza, palla largamente fuiori bersaglio

36′ Alla mezz’ora si vede il Bologna: destro di Poli dentro l’area gigliata, palla fuori.

40′ Lafont respinge la palla messa dentro da Orsolini.

45′ Finisce il primo tempo senza recupero. La Fiorentina tiene il campo ma le occasioni sono praticamente nulle.

46′ Ricomincia la partita.

48′ Muriel!! Si fa vedere finalmente l’attaccante colombiano, palla di poco fuori.

52′ Diluvia al Franchi.

52′ Occasione Fiorentina!!! Chiesa aggancia al limite e gira in porta di destro. Si salava in angolo Skorupsi.

54′ Ancora Chiesa liberato da Muriel, para Skorupski.

56′ Montella manda in campo Mirallas al posto di un deludente Simeone.

65′ Muriel!!!!! Che occasione per l’attaccante viola!!! Si ritrova tutto solo davanti a Skorupski e calcia sul portiere!! Male male male Muriel in questa occasione!!!

68′ Ci prova Mirallas. destro da fuori area, para ancora il portiere del Bologna. Bologna che pensa solo a difendersi.

74′ Cade in area Muriel che reclama il calcio di rigore! L’arbitro gli sventola il cartellino giallo per simulazione.

77′ Entra in campo anche Benassi al posto di Gerson

79′ PALO DELLA FIORENTINA!!!!! MURIEL IN MEZZO PER CHIESA CHE LA GIRA IN PORTA!! MA IL PALLONE SI STAMPA SUL PALO!!! SFORTUNATA LA FIORENTINA!!!!

83′ Palla in area di Chiesa ma nessuno trova la deviazione vincente.

87′ Entra in campo anche Vlahovic per provae a scardinare la difesa bolognese.

89′ BOLOGNA CLAMOROSAMENTE VICINO A GOL!!! MA COSA COMBINA VERETOUT!!! PERDE IL PALLONE DA ULTIMO UOMO, ESCE LAFONT A CENTROCAMPO, PER FORTUNA ORSOLII RITARDA L’AZIONE E PERMETTE AL PORTIERE FRANCESE DI RIENTRARE IN AREA E PARARE IL TIRO!! MA COSA HA COMBINATO VERETOUT!!!

90’+3′ Finisce qui la partita. Fiorentina che continua con la “pareggite” nonostante il cambio in panchina.

 

La partita a modo mio

Cambia l’allenatore, non cambia il risultato. Ancora un pareggio della Fiorentina e sono 16 in questo campionato, sempre più vicini al record negativo. Troppo poco il tempo a disposizione di Montella per cambiare qualcosa, anche se si sono viste delle manovre diverse e più motivate rispetto alle ultime partite della Fiorentina di Pioli. C’è preoccupazione perchè questa squadra non riesce a segnare, nonostante la sfortuna sul palo di Chiesa. Troppo poco contro un Bologna da subito rinunciatario. Si avvicina la partita più importante dell’anno, l’unica ormai con un senso sportivo. Ma la squadra appare ancora lontana dal ritrovarsi per potersi giocare qualche chance a Bergamo, contro un’Atalanta che lotta per un posto Champions. I giocatori sono questi, manca il regista indispensabile al gioco di Montella. Oggi Veretout ha toccato una quantità impressionante di palloni nel nuovo ruolo, arrivando però lungo di fiato, con il clamoroso errore nel finale che poteva costare carissimo alla Viola. Non sarà semplice il lavoro di Montella in questo finale di stagione. Speriamo di ritrovare una squadra convincente ( e possibilmente vincente, visto che la vittoria in casa manca da 4 mesi) al più presto. Magari, proprio a Bergamo.

Sempre Forza Fiorentina!

post

La Fiorentina Primavera si aggiudica la Coppa Italia!!!!

Grazie alla vittoria a Torino per 2-1 con le reti di Vlahovic su rigore e Maganjic nel finale, dopo la vittoria per 2-0 dell’andata, la Fiorentina Primavera di Emiliano Bigica si aggiudica la Coppa Italia dopo 8 anni!!!

Il trofeo strappato proprio dalle mani del Torino che era detentore della Coppa.

Grandissima prestazione dei ragazzi di Bigica che vincono entrambe le finali di andata e ritorno e riportano a Firenze un prestigioso trofeo!!!

Grandissimi!!!!!

 

post

Torino-Fiorentina (Finale) 1-2: Vlahovic-Maganjic e la Coppa è Viola!!!

La Fiorenitna Primavera di Emiliano Bigica si presenta a Torino per realizzare un Sogno: portare la Coppa Italia a Firenze.

All’andata i giovani Viola avevano vinto 2-0 grazie alla doppietta (un gol su rigore) di Dusan Vlahovic, mattatore della serata.

Questa sera dovrà stare attenta alle sfuriate del Toro che farà di tutto per mettere le mani sulla Coppa.

Formazioni ufficiali:

TORINO (4-3-3): Gemello; Gilli, Ferigra, Singo, Michelotti; De Angelis, Onisa, Kone; Belkheir, Rauti, Petrungaro.
FIORENTINA (4-3-3): Ghidotti, Ferrarini, Antzoulas, Gillekens, Simonti; Lakti, Beloko, Meli; Montiel, Vlahovic, Maganjic.

 

Sintesi partita

4′ Subito Fiorentina con Vlahovic che scende sulla destra, mette pallone al centro, sventa il pericolo Gemello.

6′ Occasione Torino, sul pallone si avventa Ghidotti che poi perde palla per un colpo alla testa di Rauti. Si salva comunque la Fiorentina.

25′ Siamo vicini alla mezz’ora, equilibrio in campo tra Torino e Fiorentina.

26′ Occasione per il Torino! Petrungaro serve il solito Rauti, para Ghidotti con un grande intervento

 

34′ Ancora occasione Torino. Colpisce il pallone al volo SPortelli e per poco non trova la porta.

36′ RIGORE PER LA FIORENTINA!!!!! ATTERRATO VLAHOVIC IN AREA, L’ARBITRO INDICA IL DISCHETTO! FORTI LE PROTESTE DEL TORINO, PIOVONO FISCHI DA TUTTO LO STADIO

36′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!! A SEGNO ANCORA LUI!! DUSAN VLAHOVIC CON IL CUCCHIAIO!!!!

39′ Gioco fermo dopo il vantaggio viola, i giocatori granata si sono molto innervositi per il rigore assegnato.

45′ FInisce il primo tempo. Fiorentina in vantaggio, mette le mani sulla Coppa! Ma ci sarà da stare attenti ad un secondo tempo che sarà molto nervoso!

46′ Ricomincia la partita. Subito pericolo Toro! Da calcio d’angolo colpise Onisa e il pallone sfiora il palo!! Fortunata la Fiorentina in questa occasione.

49′ Ancora Torino vicino al pareggio!!! Ancora con Onisa che a porta quasi vuota scheggia la traversa!!!

52′ Calcio di punizione del Torino direttamente in porta, para Ghidotti.

53′ PAREGGIO DEL TORINO! ERA NELL’ARIA!! RAUTI PER I GRANATA, DIAGONALE DAL LIMITE E GHIDOTTI BATTUTO.

55′ Il Torino continua a rendersi pericoloso, in difficoltà la Fiorentina

61′ Calcio di rigore per il Torino

61′ PALO!!! IL RIGORE FINISCE SUL PALO!!!!! TERZO LEGNO PER I GRANATA!!!! FORTUNATA ANCORA LA FIORENTINA!!!!

70′ La Fiorentina tiene in mano la partita con ordine.

75′ Punizione insidiosa del Torino, ma la palla si infrange sulla barriera

81′ Ultimi 10 minuti, Fiorentina vicina alla conquista della Coppa Italia!!!

89′ GOOOOOOOOL!!!! 2-1 FIORENTINA!!!! MAGANJIC!!!!! E’ FATTA!!!! LA COPPA ITALIA E’ VIOLA!!!! STRAPPATA PROPRIO AL TORINO DETENTORE!!!

90’+3′ E’ finita!!!!! La Fiorentina si aggiudica la Coppa Italia Primavera!!!!

post

Forza ragazzi!!! A Torino si aggiudica la Coppa Italia Primavera.

Il gran Giorno è arrivato. Almeno per una Fiorentina, quella Primavera di Emiliano Bigica.

Stasera, alle 19, allo stadio FIladelfia di Torino si giocherà la finale di ritorno della Coppa Italia tra la Fiorentina e il Torino.

Si parte dal 2-0 dell’andato a favore della Fiorentina con la firma di Dusan Vlahovic.

Tutti insieme per un Sogno!

Formazioni ufficiali:

TORINO (4-3-3): Gemello; Gilli, Ferigra, Singo, Michelotti; De Angelis, Onisa, Kone; Belkheir, Rauti, Petrungaro.
FIORENTINA (4-3-3): Ghidotti, Ferrarini, Antzoulas, Gillekens, Simonti; Lakti, Beloko, Meli; Montiel, Vlahovic, Maganjic.