post

Beldì: “Se vendono Vlahovic ci incateniamo al Franchi”

Il regista , grande tifoso viola e Facundo Boy onorario, Paolo Beldì, è stato intervistato da Viola News, ecco cosa ha detto:

Se ci vorrebbe uno come il mio amico Malesani ad allenare? Ci vuole qualcuno che faccia giocare la squadra. Malesani, al di là del fatto che è un amico, aveva portato un gioco. Lo fece col Chievo e poi con la Fiorentina, certo aveva Batistuta e Rui Costa, ma aveva convinto il Bati a tornare indietro. Oggi, per me è un mistero del motivo per cui con questi giocatori e tre allenatori non si sia riuscito a dare un gioco alla squadra. Cosa mi aspetto dalle ultime due partite? Mi piacerebbe vedere in campo Montiel, poi non mi aspetto altro. E’ una tristezza che ci siamo dovuti salvare aspettando il risultato di un’altra squadra. Per l’anno prossimo? Un allenatore che dia u ngioco e un paio di camnpioni. Se Vlahovic rimane? Se lo vendono mi incateno al Franchi e non sarei l’unico. Le bandiere nel calcio? Mi sforzo di credere che ci siano ma è sempre più difficile. Il mio idolo era Hamrin, quando tutti i miei compagni facevano i tifo per Sivori io mi sono identificato in lui. Una volta l’ho trovato in tribuna e, anche se ero timido, l’ho abbracciato.”

Questo articolo è pubblicato in Vignette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *