post

Tommasi (AIC): “Giocatori pronti al taglio stipendi, ma un mese massimo 45 giorni..”

Entro lunedì sarà comunicato dalla Lega Serie A all’Associazione Italiana Calciatori la direttiva per prevedere i tagli agli stipendi dei giocatori.

Trovare un accordo sarà dura. Del resto una soluzione andrà trovata, perchè mancando gli incassi delle partite le società si trovano in difficoltà oggettiva.

L’Associazione Calciatori gioca sulla difensiva per evitare tagli ben più netti.

Nell’ipotesi della Lega la sospensione dovrebbe prevedere i mesi di marzo, aprile e maggio.

L’AIC, per voce di Tommasi, sembra avere una netta presa di posizione: “I calciatori sono pronti al taglio, ma non così drastico. Un mese, massimo 45 giorni“.

post

“Ronaldo scappa dalla madre: ma si fa le foto in piscina…”

Sono le pungenti parole di Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus.

A lui, come del resto a molti altri, non sono andati giù i comportamenti di alcuni giocatori stranieri del campionato italiano, “fuggiti” dal nostro Paese dopo la quarantena obbligatoria per l’emergenza Coronavirus.

Si scaglia soprattutto contro Cristiano Ronaldo, reo di essere stato il primo giocatore a lasciare Torino per raggiungere la madre da poco colpita da ictus.

Dopo di lui sono “scappati” dall’Italia molti altri giocatori, tra cui Higuain, Pjanic, Khedira, Bentancur e Douglas Costa, in barba al periodo di quarantena obbligatoria in Italia.

Adesso è facile criticare – dice Cobolli Gigli ai microfoni di Radio Punto Nuovo – ma non capisco perchè alcuni giocatori siano stati lasciati partire. Oltretutto al ritorno sarà difficile riprendere perché dovranno fare una quarantena di 14 giorni. E’ tutto degenarato dalla partenza di Cristiano Ronaldo, per andare ad accudire la madre colpita da ictus. Ma ora si fa vedere solo in piscina. A questo punto, fatta la concessione a Ronaldo, anche Higuain è dovuto andare dalla mamma, qualcun altro doveva andare di qua e qualcun altro di là. Lasituazione è sfuggita di mano

Per Cobolli Gigli le responsabilità sono della Juventus: “Stile o non stile questa cosa non andava fatta. Dovevano restare in quarantena nell’albergo della Juventus, soprattutto dopo l a positività di Rugani. Così come quelli dell’Inter sarebbero dovuti rimanere“.

post

Coronavirus in Toscana: stabile la crescita dei contagi

Ecco i dati odierni riguardo la situazione dei contagi per Covid-19 nella regione Toscana.

I dati sono aggiornati alle ore 12 della giornata odierna.

Si sono registrati 254 nuovi contagi da Coronavirus, 16 i nuovi decessi. Il numero dei contagiati nella regione sale dunque a 3.226 dall’inizio dell’emergenza. Ci sono 27 negativizzati (guarigioni virali), 68 guarigioni e 158 il numero totale dei decessi.

I casi attualmente positivi sono 2.973, i ricoveri 1.296 di cui 259 in terapia intensiva.

Le persone in isolamento domiciliare fiduciario sono, ad oggi, 11.214.

post

Gravina: “Lo scudetto sarà assegnato in ogni caso”

In questo momento di grande incertezza mondiale a causa del diffondersi del Covid-19, il presidente della FIGC sembra avere le idee chiare su come “concludere” il campionato di calcio di Serie A di questa stagione.

Durante un suo intervento a Sky Sport, in cui ha annunciato che Coverciano ospiterà medici, infermieri e posti letto per la rianimazione, Gabriele Gravina ha annunciato che il piano della Federazione è principalmente quello di poter concludere il campionato in corso.

Ecco le sue parole:

La nostra priorità assoluta è riuscire a concludere questa stagione sul campo. L’ideale sarebbe andare fino al 30 luglio. Se non si potrà giocare vogliamo comunque salvare i valori ottenuti sul campo. Se assegneremo comunque lo scudetto? Sì, esattamente. Dobbiamo comunque arrivare alla composizione degli organici per la prossima stagione, dalle coppe europee, alle promozioni alle retrocessioni“.

post

Forse non tutti sanno che.. oggi è il Capodanno fiorentino.

Il 25 marzo di ogni anno si celebra il Capodanno fiorentino.

Questo perchè, fino al 1750, l’anno civile per la Città di Firenze cominciava proprio il 25 marzo. Ed è il giorno in cui la Chiesa Cattolica aveva inserito la festa dell’Annunciazione.

La storia ci dice che nel 1582 fu inserito il calendario gregoriano, quello attuale, che fissava l’inizio dell’anno al 1 gennaio. Tuttavia Firenze continuò a considerare il 25 marzo come il suo Capodanno.

La festa si celebra ufficialemente presso la Basilica della Santissima Annunziata, che è stata fondata nel XIII secolo dai Servi di Maria.

Il Comune di Firenze ha reinserito questa celebrazione tra quelle ufficiali dal 2000. Ogni anno ci sono manifestazioni, concerti e mostre in tutta la Città.

Purtroppo, quest’anno, non sarà possibile festeggiare il Capodanno fiorentino come negli anni passati. L’emergenza Coronavirus ci costringe tutti a casa.

Motivo in più per augurare alla nostra Città come a tutto il Paese di uscire presto da questa situazione così grave.

Se a Capodanno va di moda esprimere un desiderio per il nuovo anno, oggi è l’occasione giusta per augurarci di uscire presto da questo incubo.

Forza Firenze!!!

post

Tommasi: “Annullamento campionato una ipotesi concreta”

Il presidente di Assocalciatori Damiano Tommasi ha parlato a Il Messaggero:

Se il campionato dovesse arrivare a luglio sarebbe un gran casino. Ci sono tanti calciatori che dal 1 luglio hanno firmato per altri club. E poi ci sono i prestiti, gli svincoli contrattuali. Il 30 giugno ci sono i bilanci da presentare, un problema per le società. verrà fatta uan moratoria per allungare gli accordi. Annullamento del campionato? Certo. Si chiudono le scuole si può chiudere un campionato. Alcuni presidenti dei club sono come i musicisti del Titanic, che continuano a suonare mentre la nave affonda. Non si capisce che la situazione è seria..

post

Commisso: “I giocatori stanno bene, ma abbiamo 3 dipendenti ricoverati”

Le parole del presidente Rocco Commisso, chiuso in casa negli Stati Uniti:, a Lady Radio:

Sono molto contento dell’iniziativa FORZA E CUORE, lo abbiamo fatto per aiutare la gente di Firenze e la risposta è stata ottima, sono molto orgoglioso. Un grazie particolare a Ribery che ha fatto un grande dono e sta lavorado per tornare. VLahovic, Pezzella e Cutrone stanno bene e non hanno febbre. Abbiamo un dipendente ricoverato a Careggi, uno a Ponte a Niccheri e uno a Torregalli. Mando un messaggio al dottor Pengue che è isolato ma almento sta in casa con la sua famiglia.

La situazione negli Stati Uniti? Io sto in casa ma in alcune aree vicino alla nostra città ci sono dei contagiati. Ci sono tanti positivi anche vicino all’ufficio Mediacom. Ci sono molti casi, ma non come in Italia. Dobbiamo andare avanti e sconfiggere questa malattia. I medici in prima linea sono i veri eroi.

Quando sono arrivato a Firenze ho detto ai miei dipendenti “io mi prendo cura di voi, voi vi prendete cura di me”. Con questa raccolta benefica state vedendo i frutti di questo pensiero. Ho una grande responsabilità sulla Fiorentina, dove ci sono 500 persone che ci lavorano

post

“FORZA E CUORE”: raccolti oltre 500.000 euro

La raccolta fondi lanciata dalla Fiorentina “FORZA E CUORE” ha vuto un successo strepitoso.

In meno di 3 giorni è stata superata la somma di 500.000 euro per far fronte all’emergenza Coronavirus in Italia e soprattutto nell’area fiorentina.

Hanno partecipato alla campagna anche diversi giocatori viola.

I fondi saranno destinati agli ospedali di Careggi e a quello di Santa Maria Nuova che sono in prima linea nella lotta a questo maledetto virus.

post

Higuain fugge dalla quaratena e scappa in Argentina!

Incredibile gesto dell’attaccante bianconero, in quarantena come tutta la squadra della Juventus dopo il primo caso di positività al Covid-19 riscontrato in Rugani.

Gonzalo Higuain ha organizzato un jet privato per abbandonare l’Italia con l’intento di fuggire al Coronavirus che sta colpendo tutta la penisola ed è scappato in Argentina.

Il giocatore è stato fermato all’aereoporto di Torino Caselle dalla polizia, alla quale ha consegnato un certificato medico dove si dichiarava la sua negatività al virus.

Ha quindi ottenuto il permesso di tornare in Argentina, passando dalla Francia e dalla Spagna per eludere il divieto di volo diretto.

Intanto nella Juventus anche Matuidi è risultato positivo al Covid-19 anche se asintomatico.

post

Commisso: “Volevo venire a Firenze.. abbiamo 8-10 persone positive ..”

Il presidente viola è intervenuto a Sky Sport 24:

La raccolta fondi è nata per quello che ho visto a Firenze, la situazione si sta aggravando. Noi abbiamo 8-10 persone (riferendosi non solo ai giocatori) affette da questa disgraziata malattia e quindi dobbiamo aiutare chi combatte per noi in prima linea. Abbiamo fatto questo piccolo dono e in poche ore abbiamo già raccolto 420.000 euro.

Con Mediacom portiamo nelle case internet e altre compagnie si stanno uovendo per intenti benefici. Voglio ringraziare Franck (Ribery, che ha donato 50.000 euro), io e lui abbiamo trovato a Firenze la nostra casa e dobbiamo restituire qualcosa al Paese che ci ha accolti. In America la situazione non è grave come in Italia, ma io e la mia famiglia stiamo comunque a casa. Mio figlio Joseph sta chiuso in hotel a Firenze. Raccomando a tutti di stare a casa.

Mando un abbraccio ai ragazzi contagiati, sono in contatto con tutti i responsabili che mandano avanti la Fiorentina, sanno che gli sono vicino. Volevo tornare a Firenze ma non me lo hanno permesso, lo hanno fatto per un buon motivo.

Sono tempi bui, ma ne dobbiamo uscire. Un abbraccio all’Italia”