Le parole, a tratti amare, di mister Vincenzo Italiano dopo il pareggio di Cagliari:

Avevamo approcciato in maniera straordianria stavolta, con Bonaventura e col rigore, poi fai fatica a indirizzarla e c’è anche l’avversario che lotta con orgoglio, ci ha messo in difficoltà. Bravi poi a pareggiarla in 10. Difficoltà in attacco? I nuovi arrivi hanno sempre bisogno di tempo per adattarsi, oggi abbiamo dovuto inserire due ragazzi nuovi per iniziare ad alzare il minutaggio ma qualcosa perdi, ci sta. Aver lasciato a casa Saponara e Vlahovic oggi ci ha fatto perdere un bel po’. Ma la squadra continuaa far risultati e prestazioni e questo mi fa felice. La sostituzione di Sottil? Avevo il timore di qualche arrembaggio del Caglairi e ho preferito aggiungere un altro difensore per non rischiare, visto che hanno tanti saltatori. Abbiamo sempre il ricordo di Empoli, meglio portare a casa un risultato. L’inferiorità a questi livelli è tremenda, eppure abbiamo tirato fuori orgoglio e carattere. Mi piace che nelle difficoltà tiriamo fuori un grnde carattere, che dovremmo tirare fuori sin dal’inizio. Lontano dal Franchi non siamo gli stessi e dobbiamo lavorare in tal senso. Il rigorino per il Cagliari e le protese da evitare? Sui giocatori che perdono le staffe sono d’accordo si dovrebbe evitare. Odriozola mi sa che non ha mai protestato in vita sua ed è stato buttato fuori poer chiara occasione da gol, ho chiesto anche al quarto uomo. Odriozola invece si sente spinto. Stato d’animo di Vlahovic? La situazione è sempre la stessa da quando sono arrivato, sono situazioni personali su cui io non c’entro nulla. Non posso aggiungere altro. Se mi hanno chiesto di convincerlo? Sinceramente quando parlo con lui parlo di situazioni di campo e lo vedo motivato e presente. Son contento per questo. Se cambiano direzione poi si vedrà. Per ora non so cosa abbia in testa per il suo futuro.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *