post

Le pagelle del QFR: difesa viola da arresto, Vlahovic super.

Ecco i nostri voti alla Fiorentina vista oggi contro il Bologna:

DRAGOWSKI 6: Prendere la sufficienza per un portiere che ha appena preso tre gol, la dice lunga sulal giornata della difesa viola. Del resto ha preso almeno due gol a tu per tu con Palacio, dove no poteva fare proprio niente. Però ha salvato il risultato in altre diverse occasioni, come al 25′ su Orsolini e poi miracoloso su Barrow. Decisivo nel risultato fianle, che poteva essere molto peggiore.

PEZZELLA 4,5: Tantissimi errori durante la partita, sbaglia pure un gol di testa che poteva e doveva avere esito diverso. Nel secondo gol si fa saltare di testa da Palacio, comunque commette una quantità infinita di errori come tutti i compagni di reparto. Il capitano è orami inadatto in questa squadra.

MILENKOVIC 4: Personalmente è colpevole sul terzo gol ma, insieme a tutti i compagni di reparto, di tutti i gol messi a segno dal Bologna. Vignato non lo vede mai, commette anche lui una serie infinita di errori. Merita di essere segnalato come il peggiore in campo perché è colpevole sul terzo gol dopo che la Fiorentina era riuscita ancora uan volta a portarsi in vantaggio. Anche lui, ormai, inadatto a giocare con la maglia viola. Il peggiore in campo.

CACERES 4,5: Inguardabile al pari dei suoi compagni. Per colpa sua Palacio si trova sempre solo davanti a Dragowski, soffre incredibilmente sia Orsolini che Vignato. A fondo, come tutta la difesa viola.

VENUTI 6: Suo l’assist bellissimo per il gol di Bonaventura. Ma è colepvole sul primo gol di Palacio, quando non chiude la verticale.

AMRABAT 6: A centrocampo fa sentire la sua presenza, anche se in maniera meno incisiva e continaua rispetto alle ultime prestazioni. Si propone avanti, ha buona intuizioni ma spesso non vengono sfruttate dalla squadra

PULGAR 6,5: Fa sentire la sua presenza in campo, adesso sì. Propizia il rigore con un tiro che finisce sulal mano del difensore del Bologna, dal suo corner nasce l’azione del terzo gol di Vlahovic. Finalmente il cileno lascia il segno in campo.

BIRAGHI 4,5: Non ne azzecca una. Non ha grandi colpe sui gol, ma davanti no ncombina praticametne nulla. Non un cross degno di questo nome, spesso inciampa su se stesso. Un altro giocatore inadatto alla Fiorentina.

(Dal 68′ IGOR 5,5: Non è entrato particolarmente bene in partita, forse meritava di partire da titolare, vista la pessima presatazione di Biraghi. Dalla sua parte arriva il cross per la seconda rete di Palacio)

BONAVENTURA 7: Un’altra bella partita dell’ex Milan, nel primo tempo fa vedere la sua qualità, rendendosi anche pericoloso con un bel tiro. Bellissimo il gol messo a segno in spaccata su assist di Venuti, sicuramente Jack è uno dei migliori in campo, quando sta bene la sua qualità è imprescindibile per la Fiorentina.

(Dal 82′ CASTROVILLI SV)

RIBERY 5: Non incide, praticametne mai. Da lui ci si aspetta tecnica, fantasia, belle giocate. Niente di tutto queesto. Quando entra in area si fa sistematicametne togliere il pallone, poi prende una brutta botta che probabilmente condiziona il secondo tempo. Da un giocatore che guadagna come lui, ci si deve aspettare molto ma molto di più. Impalpabile.

(Dal 76′ Kouamè 5: Gioca pochi minuti, ma non tocca praticametne mai palla. Un attaccante che deve e vuole dimostrare qualcosa, dovrebbe entrare in campo con un piglio diverso, con la fame. Non per fare il compitino.)

VLAHOVIC 8: Ormai gli elogi si sprecano per questo ragazzo. E’ sempre il migliore in campo. Segna ancora una doppietta, portandosi al terzo posto in classifica marcatori. Ma soprattutto combatte dall’inizio alla fine, uno dei pochi a onorare davvero la maglia viola. Ha il carattere del leone!!

All. IACHINI 5: Mezzo voto in meno se lo merita per le dichiarazioni post gara, quando afferma che la Fiorentina ha perso la partita per qualche “sbavatura difensiva”. Dichiarazione offensiva verso chi ha occhi per vedere una partita. La difesa viola è un colabrodo, 57 gol presi in 34 partite. E molto del demerito è anche suo che non è stato capace, rispetto alla scorsa stagione, di lavorare al meglio su questo reparto, vero “tallone di Achille” della squadra. Continua a mandare in campo un Biraghi inguardabile, porta a casa un punto ma soprattutto ne ha persi due. Anche per colpa sua, cambi in ritardo e una formazione che non convince. Perché Quarta e igor in panchina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *