Nasce la Superlega Europea. Ecco cosa è e come funziona

superlega europea

Se ne parla da tanto tempo, ma nelle ultime ore sono usciti comunicati ufficiali che lasciano intendere come la ormai famosa Superlega sia davvero possibile in breve tempo.

12 top club europei sarebbero i fondatori della Superlega, tra cui le italiane Juventus, Milan e Inter. Le tre squadre intaliane, con un comunicato congiunto, ne hanno ufficializzato la creazione.

(Leggi il comunicato stampa della Juventus)

AC Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur hanno manifestato adesione all’iniziativa, ci saranno altri tre club che faranno parte dei Club Fondatori.

La stagione, secondo quanto comunicato, dovrebbe iniziare “prima possibile”.

La creazione della Superlega Europea arriva in un periodo in cui la pandemia ha evidenziato l’instabilità del modello attuale. Inoltre permetterebbe ai top club europei di affrontarsi regolarmente invece che sporadicamente in occasione delle “classiche” competizioni europee come la Champions League.

 

Cosa sarebbe la nuova Superlega?

Sarebbe una competizione europea a numero chiuso, che riunisca le migliori squadre europee, più per il loro blasone che per merito sportivo. Una competizione privata (fuori dal controllo di Uefa, Fifa e leghe nazionali) a cadenza annuale.
La prima stagione potrebbe essere nel 2022/2023 o nel 2023/2024, quindi prima della nuova Champions League prevista dalla stagione 2024/2025.

Oltre alle italiane Inter, Juventus e Milan parteciperebbero Manchester United, Manchester City, Liverpool, Chelsea, Tottenham, Arsenal, Real e Atletico Madrid e Barcellona.

Non hanno accettato o non hanno dato risposta all’invito, il PSG, il Bayern Monaco, il Borussia Dortmund.

Il Presidente sarebbe Florentino Peres del Real Madrid, vice presidente Andrea Agnelli.

Quale sarebbe la formula della Superlega Europea?

Le 20 squadre sarebbero divise in due gironi da 10 squadre, che si affronterebbero all’italiana con partite di andata e ritorno nella prima fase. Al termine dei gironi, le prime quattro di ogni girone si affronterebbero in partite ad eliminazione diretta, a partire dai quarti di finale con partite andata e ritorno.

La finale si disputerebbe con la partita secca, ogni anno in una sede diversa. Gli accoppiamenti dei quarti di finale sarebbero tra le prime e le quarte dei gironi e tra le seconde e le terze.

Nella Superlega si disputerebbero quindi 18 partite garantite, con un numero massimo di 23 per chi arriva in fondo alla stagione. Nell’attuale Champions League le squadre giocano un minimo di 6 partite e d un massimo di 13.

Quando si dovrebbe giocare la Superlega Europea?

Si disputerebbe durante la normale stagione calcistica in alternativa alla Champions League, con gare infrasettimanali ad eccezione della finale che si giocherebbe in un weekend.

In Serie A, ad esempio, sarebbe necessario trovare spazio per 22 slot infrasettimanali rispetto agli attuali 12.

Le possibili conseguenze (negative) per i campionati nazionali

La creazione della Superlega Europea potrebbe avere conseguenze molto pesanti sui campionati nazionali.

Tanto per cominciare, sarebbero a rischio le coppe nazionali, come la Coppa Italia. A causa dei numerosi impegni dei Club della Superlega, queste competizioni andrebbero abolite o drasticamente ridotte.

Ci sarebbe poi la necessità di ridurre i campionati da 20 squadre a 18.

La Serie A si giocherebbe solo per l’assegnazione dello Scudetto e per le retrocessioni, in quanto la partecipazione alla Superlega sarebbe chiusa solo ai Club Fondatori e resterebbero solo 5 posti disponibili tra tutti i campionati europei per accedere alla fase a gironi.

Ci sarebbe sicuramente un minore interesse verso i campionati nazionali, soprattutto da parte dei Club Fondatori della Superlega , che riserverebbero energie certamente minori ai loro campionati di club nazionali.

Un pensiero su “Rivoluzione nel calcio: nasce la Superlega Europea! Ecco chi ha aderito e come funziona.”
  1. quindi verrebbe rliminara la coppa uefa ? bho per quanto mi riguarda ero molto affezionato al vecchio sistema con la coppa delle coppe etc e da quando hanno tolto la coppa delle coppe e che poi fanno retrocedere dopo il primo turno le escluse dslla champions in uefa il calcio non mi ha piu’ suscitato l interesse di una volta tanto oramai lo si sa contano solo i soldi e le tv a pagmento il mondo cambia e forse e’anche giusto che cambii il calcio anche se snaturare le tradizioni secondo me puo’ comportare dei rischi forse dovrebvero creare anche una superlega anche per i piazzati cosi’ anche le squadre di seconda fascia avrebbero un obbiettivo altrimenti si rischia di fare solo un circuito chiuso oer pochi eletti e molta gente seguira ‘molto meno il calcio .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *