Clamoroso all’Atalanta, dove dopo un test a sorpresa un giocatore è stato trovato positivo al doping.

Il giocatore in questione è il difensore Josè Luis Palomino ed è stato trovato positivo alla Clostebol Metabolita, uno steroide anabolizzzante nella lista nera della Wada, l’organo che si occupa della lotta al doping.

Il giocatore è sato subito sospeso in via cautelativa, ecco il comunicato: “Il Tribunale Nazionale Antidoping, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Josè Luis Palomino (FIGC) per violazione degli artt. 2.1 e 2.2. L’atleta è risultato positivo alla sostanza Clostebol Metabolita“.

Il controllo a sorpresa è accaduto agli inizi di luglio come già accaduto lo scorso anno quando Gasperini si infuriò ed arrivò a offendere l’incaricato che effettuava gli esami su Gosens.

Se si riesce a dimostrare che l’utilizzo della sostanza dopante è stato voluto, Palomino rischia fino a 4 anni di squalifica. C’è da considrare comunque che il Clostebol può essere contenuto anche in creme ad uso topico per la rigenerazione del tessuto cutaneo. Sarà quindi determinante l’intenzionalità, ma l’argentino rischia comunque almeno 9 mesi di stop, un problema per Gasperini che perderebbe una colonnadella sua difesa.

Adesso si attende la sentenza col giocatore che potrà dimostrare la sua buona fede,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *