CURIOSITA’

  • Bruno racconta: “Stavo per uccidere Baggio”
    Bruno racconta: “Stavo per uccidere Baggio”

    Pasquale Bruno ha vestito le maglie di Juventus, Torino e Fiorentina. Pochi meglio di lui possono raccontare cosa sia l’anti-juventinità. Lo fa al Corriere dello Sport portando anche un curioso aneddoto che riguarda il “nemico” storico Roberto Baggio:

    “Sono stato tre anni alla Juventus, giocando una settantina di partite. Abbiamo vinto la coppa con Zoff in panchina. Io ho conosciuto la vera Juventus con l’avvocato Agnelli e Boniperti. Poi arrivò Maifredi sulla panchina e l’avvocato mi disse che non rientravo più nei piani dell’allenatore. Fu sincero e mi disse che mi avrebbe lasciato andare a giocare dove volevo. Scelsi il Torino e in poco tempo presi la ‘malattia’. Gli amici mi parlavano solo del Toro. A Firenze, poi, l’anti-juventinità si è addirittura accentuata, perché i fiorentini lo sono più dei torinisti. Baggio? Fummo espulsi entrambi in una partita, negli spogliatoi venne a cercarmi con due massaggiatori. Me ne disse di tutti i colori. Se non me lo toglievano davanti, lo uccidevo”

ALTRE NEWS

  • Rateizzazioni ai club di calcio, la Meloni è contro
    Rateizzazioni ai club di calcio, la Meloni è contro

    Il premier Giorgia Meloni si schiera apertamente contro la possibilità di concedere uan rateizzazione ai club di Serie A che non si metteranno in pari col Fisco entro questo mese di dicembre, sposando di fatto la linea dura indicata dalla Fiorentina, una delle poche società ad essere in pari con lo Stato.

    In occasione del vertice di maggioranza a Palazzo Chigi per discutere la legge di bilancio, la Meloni ha proposto di bloccare gli aiuti al calcio.

    Aceh il ministro dell’Economia Giorgetti si è dichiarato d’accordo con la Meloni, spiegando che si studia una proposta per aiutare tutte le aziende e non fatta ad hoc solo per il calcio.

VIDEO NEWS

Fiorentina Primavera

  • Esordio con vittoria di misura per la Primavera
    Esordio con vittoria di misura per la Primavera

    La Primavera di Alberto Aquilani esordisce in campionato con una vittoria di misura ad Udine.

    Grande primo tempo dei ragazzini viola che dominano il campo e sfiorano più volte il gol. Come l’incredibile occasione di Distefano al 18′, che supera 5 uomini e poi colpisce il palo.

    Il vantaggio viola si materializza al 32′, con Amatucci che trova Toci in profondità, suo l’assist per il gol vittoria di Falconi. Primi tre punti messi in cascina.

Femminile