post

Sentite Rebic: “A Firenze io non conoscevo l’italiano e Montella l’inglese”

L’attaccante del Milan Ante Rebic, sul quale la Fiorentina vanta ancora una percentuale sulla rivendita, si è confessato a Sport Week.

Nell’occasione ha parlato anche della sua breve avventura in maglia viola. Ecco un breve estratto:

Se sono arrivato troppo presto alla Fiorentina? Da professionista a Spalato avevo segnato 5 e 10 gol. Volevo provare un livello più alto ma forse non ero ancora pronto per l’Italia. Io non conoscevo l’italiano e Montella non conosceva l’inglese. E poi non riuscivo a giocare. Quando sono arrivato a Firenze c’erano Mario Gomez e Giuseppe Rossi. Poi c’era Ilicic. Io ero il quarto. Poi si sono fatti male prima Gomez e poi Rossi, ho pensato che era arrivato il mio momento. Invece nulla. Così decisi di andarmene sei mesi al Lipsia. Poi sono tornato a Firenze, c’era Paolo Sousa. Ho giocato soprattutto in Coppa Italia e in Europa League. Non volevo perdermi l’Europeo così chiesi al mio procuratore di mandarmi a giocare da qualche altra parte. Andai al verona ma il c.t. Cacic non mi convocò in Nazionale. Peggio per lui perché fu eliminato agli ottavi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *