post

Brescia-Fiorentina 0-0. Tutti i commenti del dopopartita.

Dopo le parole del mister Montella, seguono quelle degli altri protagonisti del match.

Pradè:Manteniamo la striscia positiva e non abbiamo preso gol. Potevamo vincere ma avevamo di fronte un avversario molto forte fisicamente. Abbiamo fatto il nostro gioco e alla fine in campo c’eravamo solo noi. Dobbiamo crescere di partita in partita e siamo sempre stati chairi sul nostro anno di transizione. Castrovilli e Tonali possono essere il futuro del calcio italiano.

Riccardo Sottil:Anche oggi abbiamo fatto un buon calcio e potevamo anche vincerla. Abbiamo dimostrato che la Fiorentina c’è. Nel finale stavo già esultando, non ho visto cosa sia successo, so solo che non è entrata. Sono contento di entrare e poter dare il mio contributo alla squadra. A tutta fascia? Lo sto provando da un mese, il mister vuole che faccia bene e con movimenti per me nuovi. Sono soddisfatto di questo inizio di stagione perchè stiamo vedendo una buona Fiorentina. Con la Lazio proveremo a vincere per fare un salto in classifica”

Eugenio Corini (all. Brescia): “Dessena si è spaventato perchè era la stessa gamba a cui si era infortunato qualche tempo fa. Ma dovrebbe essere solo una contusione, aspettiamo gli accertamenti. Dopo l’infortunio abbiamo pagato quacosa a livello emotivo, soffrendo contro una ottima squadra quale è la Fiorentina. Abbiamo conquistato un punto importante.”

Bernardo Brovarone (opinionista):La Fiorentina è in evoluzione, oggi ho visto Dragowski sicuro con i piedi. Caceres è sempre più preciso in difesa. Pulgar che non gioca nel suo ruolo è il futuro della squadra insieme a Castrovilli. Il punto dolente è davanti. Sottil è entrato in partita molto bene e mi è piaciuto anche Vlahovic. Giochiamo bene fino ai 30 metri poi davanti non c’è nessuno. Ribery gioca più indietro e lo fa bene, Chiesa è troppo solo e non ha riferimenti. Se dovesse entrare Pedro chi togli? L’unica soluzione è quella si spostare Chiesa sulla fascia e mettere il centravanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *