post

La Fiorentina Primavera si aggiudica la Coppa Italia!!!!

Grazie alla vittoria a Torino per 2-1 con le reti di Vlahovic su rigore e Maganjic nel finale, dopo la vittoria per 2-0 dell’andata, la Fiorentina Primavera di Emiliano Bigica si aggiudica la Coppa Italia dopo 8 anni!!!

Il trofeo strappato proprio dalle mani del Torino che era detentore della Coppa.

Grandissima prestazione dei ragazzi di Bigica che vincono entrambe le finali di andata e ritorno e riportano a Firenze un prestigioso trofeo!!!

Grandissimi!!!!!

 

post

Senti chi parla!!!

Ormai lo sanno anche i muri (per l’appunto), perchè la foto ha fatto il giro del mondo.

Un’immagine vergognosa, sia chiaro, di scritte terribili da cui i fiorentini, i veri fiorentini, hanno fin da subito preso le distanze.

 

Ovviamente si sono mobilitate trasmissioni sportive, giornali e telegiornali, i principali siti web, per dare risalto a una “Firenze da vergogna”, capace di infangare ancora il nome di Gaetano Scirea e delle vittime dell’Heysel. Scritte ben presto fatte cancellare dal sindaco di Firenze Dario Nardella, ma che hanno fatto purtroppo in tempo a girare il mondo del web.

Giornalisti indignati, sportivi che accusano (più o meno direttamente) la tifoseria gigliata. Un “rumore” mediatico che ha indignato (giustamente!)  la stessa Città di Firenze che, è bene ricordarlo, ha condannato immediatamente il vergognoso gesto.

Subito dopo la partita ci avevano pensato Allegri  e Nedved ad attaccare più o meno impietosamente il popolo Viola. Dimenticandosi (chissà perchè!!) di condannare al pari anche i vergognosi striscioni comparsi allo Juventus Stadium contro Torino e Superga!!! Con la differenza, non di poco conto, che in quel caso gli striscioni sono stati fatti entrare DENTRO al super stadio bianconero….)

 

Solo Gigi Buffon, intervenuto da Parigi alla trasmissione Tiki Taka, ha deichiarato “mi rifiuto categoricamente di credere che quelle scritte siano state fatte dai tifosi della Fiorentina, sfido chiuque a convincermi che siano stati loro“. Sarà che il buon Gigi sia un vero signore, sarà che il buon GIgi non vestendo più la maglia bianconera si possa prendere la libertà di dire finalmente quello che pensa, forse riconoscendo anche i ben noti “peccati” della sua ex tifoseria, questo poco importa.

Dopo due giorni di “crocifissioni” mediatiche è intervenuto il sindaco di Firenze Nardella per difendere la Città: “Ci siamo subito attivati per cancellare le scritte ignobili e vergognose su Scirea e Heysel. Spero che gli autori vengano individuati e puniti dalle forze dell’ordine. Alcuni media hanno messo sul banco degli imputati l’intera città e tifoseria viola ed è sbagliato, non si deve mai fare di tutta l’erba un fascio e non ci fa affrontare i problemi nel modo corretto. Gli autori sono prima di tutto nemici di Firenze, fanno un danno alla città e anche a tutta la tifoseria, da cui spero arrivi una risposta forte.”

Non è purtroppo una novità che quello (di negativo) che succede a Firenze abbia una cassa di risonanza molto maggiore rispetto a quello che avviene in altre città e in altri stadi italiani.

Sia inteso, quelle scritte sono deplorevoli e vanno assolutamente condannate! E i responsabili, che siano fiorentini o no, devono essere rintracciati e condannati pesantemente! Non siamo certo qui a difendere i deficienti che le hanno fatte!!!

Come vanno condannati certi cori vergognosi che si sentono i tutti gli stadi d’Italia. Firenze è stata condannata a livello mediatico anche per i cori “Amo Liverpool”, per dirla tutta, ma non hanno avuto lo stesso risalto nazionale  i cori degli juventini al termine della partita con la Spal contro Napoli e Firenze, inneggiando al Vesuvio e condannando Firenze alle fiamme!

Nelle ultime ore, poi, si è scoperto che qualcosa… non torna!!

Già, perchè le scritte sul muro di Firenze hanno cominciato a circolare in rete intorno alle 14, in un orario in cui quella zona (viala Paoli) era già presidiata da Polizia e tifosi juventini da diverse ore. Se, come si presume, le scritte fossero state fatte dai fiorentini durante la notte, coma mai non hanno cominciato a girare sul web già dalle prime ore della mattina con l’arrivo dei primi tifosi juventini?? Ovviamente la zona era interdetta ai tifosi gigliati nella mattinata!

Secondo dubbio: i colori usati per la scritta non coincidono con quelli usati abitualmente dalla tifoserie gigliata. Di solito le scritte sui muri dei tifosi viola sono fatte con colore rosso o viola. Non in nero! Inoltre la scritta non è firmata da nessun Gruppo di supporters, come invece di solito si usa fare.

Terzo dubbio: le “font” usate per le scritte sono di chiaro carattere fascista. La Curva Fiesole è risaputo essere una Curva apolitica. Quel “font” non è mai stato usato negli striscioni dei tifosi Viola.

Ma, guarda che combinazione, lo si ritrova invece in almeno uno striscione dei supporters bianconeri

 

Sia chiaro, questa non vuole essere una accusa per nessuno, stiamo solo analizzando dei dati. Dei dati… un po’ inquietanti. E sicuramente insufficienti per un processo mediatico contro Firenze.

Ma c’è un ultimo particolare che, forse, ai più è sfuggito!

Il Sindaco Nardella ha fatto cancellare le vergognose scritte praticamente subito, ma prima di questo, i tifosi bianconeri hanno fatto in tempo ad effettuare qualche “piccola modifica“, altrettanto VERGOGNOSA che però, guarda caso, è passata inosservata ai media!

Chissà se almeno dalle testate giornalistiche di Firenze, verrà dato risalto anche a questo comportamento di chi vorrebbe insegnare la moralità agli altri…

post

13° Giornata: Bologna-Fiorentina 0-0. Continua la “pareggite” viola

Dopo la sosta per la Nazionale, torna in campo anche la Fiorentina. E lo fa al Dall’Ara di Bologna, per cercare di smuovere quello zero nella tabella delle partite vinte in trasferta.

La squadra di Pioli viene da un periodo davvero difficile, con una sconfitta e 4 pareggi nelle ultime 5 giornate di campionato.

Formazioni ufficiali:

BOLOGNA (4-3-3) – Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander, Mattiello: Poli, Pulgar, Svanberg, Orsolini, Santander, Palacio. All.: Inzaghi.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Gerson, Simeone, Chiesa. All.: Pioli.

 

Sintesi partita

1′ Inizia il match!

5′ Subito pericoloso il Bologna, ci prova Poli ma lafont devia in angolo.

8′ Il Bologna è partito forte, la Fiorentina sta soffrendo

15′ Si sveglia, forse, la Fiorentina! Gran ti ro da fuori area di Chiesa ma para Skorupski!!

23′ Ci prova Milenkovic da fuori area ma il tiro è centrale e Skorupski non ha problemi

24′ Entra bene in area Gerson ma il cross in mezzo è troppo sotto il porteiere che para a terra.

26′ Palla in area per Gerson che prova la rovesciata ma il pallone finisce abbondentemente fuori

27′ Momento buono per la Viola! Pallone in area per Simeone ma il diagonale non impensierisce Skorupsi. Poteva fare meglio il Cholito.

31′ Ci prova anche Biraghi da fuori area, tiro da dimenticare.

32′ Ancora Simeone da fuori area, tiro debole e centrale parato senza probemi dal portiere rossoblu.

35′ Fase confusa della partita

40′ Ci prova il Bologna, cross in area colpito di testa ma finisce per fortuna fuori

41′ Bologna vicino al gol!! Ci pensa Lafont a salvare il risultato!

45′ FInisce un mesto primo temp per la Fiorentina. 0-0 a Bologna con una squadra che conferma i suoi limiti di gioco, di idee, di espressioni calcistiche.

Primo tempo Bologna-Fiorentina 0-0

46′ Ricomincia il match al Dall’Ara!

50′ Simeone lanciato a rete sbaglia tutto con Skorupsi in uscita!!! Che occasione per il Cholito!!!

54′ Ancora occasione in area del Bologna ma Chiesa si vede murare il tiro!

60′ Fase confusa della partita senza grandi occasioni da entrambe le parti

72′ Palo di Milenkovic sugli sviluppi di un calcio d’angolo! Anche sfortunata la Fiorentina!!!!

74′ Si rivede in campo Thereau incredibile!! Esce un sempre più deludente Simeone.

75′ Palla in area per Thereau ma il tiro è deviato in angolo. Sugli sviluppi Veretout spara fuori.

79′ Esce Gerson per Mirallas

81′ Interessante contropiede Fiorentina che va sul due contro due ma il passaggio decisivo di Veretout è sbagliato.

85′ Chiesa atterrato in area, tutto regolare per l’arbitro.

87′ Esce Benassi per Dabo. cambio strano per la Fiorentina che vuole vincere la partita.

90′ Azione confusa in area Bologna ma la Viola non trova il tiro vincente.

90’+3′ Finisce 0-0 tra Bologna e Fiorentina. Quinto pareggio consecutivo per la squadra di Pioli che non sa più vincere.

 

La partita a modo mio

Serviva una prova confortante dopo le ultime giornate di campionato, serviva soprattutto una vittoria. Se per la prima, in qualche modo, una minima risposta si è almeno vista, per la seconda siamo ancora lontani. Perche oggi la Fiorentina ha giocato sicuramente meglio del Bologna (pur rischiando di prendere gol in un paio di circostanze), lo ha schiacciato per diversi minuti nella sua metà campo ma quando si è arrivati a concludere, ecco il nulla assoluto. Questa squadra ha gravissimi problemi in attacco. Chiesa e Simeone continuano con gli screzi in campo, come al 33′ quando il Cholito ha spudoratamente ignorato Chiesa libero accanto a se. Già, il Cholito. Basterebbe ricordare i 2 gol in 13 giornate per dire tutto. Ma il ragazzo, anche oggi, ha sbagliato delle occasioni davvero ottime. Oltre agli evidenti errori nei fondamentali.  Il vero problema è: quali alternative? Pioli ha addirittura “rispolverato” Thereau, le cui ultime esibizioni in maglia viola risalgono alla scorsa stagione. Senza, ovviamente, grandi risultati. Questa squadra ha un bisogno incredibile di tornare a vincere per riconquistare un minimo di fiducia in sè stessa. Pioli, nel dopopartita, sottolinea il fatto che questa squadra è vero che non vince ma è altrettanto vero che non perde. Magra consolazione, mister. Le colpe di Pioli? Forse quelle legate ad alcuni cambi, come appunto l’ingresso di Thereau al posto di Simeone (giocare a due punte mai?) o l’ingresso di un centrocampista come Dabo al posto di Benassi che, ad oggi, è il capocannoniere di questa squadra. Difficile giustificare queste sostituzioni in una squadra che vuole vincere. E’ difficile girare tutte le colpe al mister viola, quando i mezzi tecnici sembrano essere questi. Servirebbe un buon lavoro nel mercato di gennaio, almeno per portare in viola un centravanti vero. Speranze, forse destinate a rimanere tali.

post

Bologna-Fiorentina: formazioni ufficiali

Dopo la sosta per la Nazionale, torna in campo anche la Fiorentina. E lo fa al Dall’Ara di Bologna, per cercare di smuovere quello zero nella tabella delle partite vinte in trasferta.

La squadra di Pioli viene da un periodo davvero difficile, con una sconfitta e 4 pareggi nelle ultime 5 giornate di campionato.

Formazioni ufficiali:

BOLOGNA (4-3-3) – Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander, Mattiello: Poli, Pulgar, Svanberg, Orsolini, Santander, Palacio. All.: Inzaghi.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Gerson, Simeone, Chiesa. All.: Pioli.

post

5° giornata: highlights Fiorentina-Spal 3-0

Riviviamo le emozioni Viola con gli highlights Fiorentina-Spal 3-0

Sintesi partita

Per la partita contro la Spal, mister Pioli conferma il tridente d’attacco con Chiesa, Simeone e Pjaca. La formazione di Semplici si presenta a Firenzea sorpresa  da seconda in classifica con 3 vittore e 1 sola sconfitta.

Difesa granitica quella dell’ex tecnico della Primavera Viola, con un solo gol subito in 4 gare.

Ecco le formazioni ufficiali di Fiorentina e Spal.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Gerson, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone Pjaca.
A disposizione: Dragowski, Laurini, Ceccherini, Norgaard, Eysseric, Mirallas, Dabo, Hancko, Sottil, Diks, Edimilson, Thereau.
Allenatore: Stefano Pioli

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci.
A disposizione: Milinkovic, Thiam, Djorou, Simic, Costa, Dickmann, Valdifiori Everton, Valoti, Paloschi, Floccari, Bonifazi.
Allenatore: Leonardo Semplici

La cronaca di Fiorentina-Spal

5′ La Fiorentina parte subito forte: Simeone si presenta al tiro ma Gomis para a terra.

8′ In gol Milenkovic!! Ma il gol viene annullato perchè era stato segnalato u nfuorigioco in area ferrarese.

10′ Si fa vedere la Spal. Palla in area di Kurtic ma per fortuna il pallone passa tutta l’area senza che nessuno possa intervenire.

18′ GOOOOOOOL!!! PJACA!!!! PRIMO GOL IN VIOLA PER IL CROATO!!!! FIORENTINA IN VANTAGGIO!!!!! Liscio di Fares in area e Pjaca in diagonale batte Gomis!!!

highlights fiorentina-spal 3-0

Il gol di Marko Pjaca

20′ Ancora Fiorentina! Ma il sinistro di Gerson supera la traversa!

23′ Dopo una timida reazione della Spal è ancora Fiorentina. Crosso in profondità per Simeone feramto dal guardalinee in fuorigioco

24′ Risponde subito la Spal! Per fortuna il colpo di testa di Antenucci praticamente solo davanti a Lafont  è alto!!! Che occasione per la Spal!!!

28′ GOOOOOOOOOOL FIORENTINA!!!! SU CALCIO D’ANGOLO MILENKOVIC PRENDE L’ASCENSORE E INFILA DI TESTA IN RETE!!!! RADDOPPIO VOLA!!!!

highlights fiorentina-spal 3-0

Il raddoppio di Milenkovic di testa

38′ Errore di Simeone!!! Cross in area sballato.

44′ Occasione per Chiesa!!! Ma il tiro finisce fuori.

45’+2′ Ci prova Pjaca!!! Ma il turo finisce fuori!!!

Finisce il primo tempo al Franchi con la Viola avanti 2-0 grazie alle reti di Pjaca e Milenkovic!!!

All’inizio della ripresa la Fiorentina sostituisce Biraghi con Hancko.

50′ Lafont respinge il sinistro di Petagna

52′ Occasione Chiesa!!! Destro sull’esterno della rete!!!

53! Occasione Spal!!!Il colpo di testa di Kurtic per fortuna a lato!!!

highlights Fiorentina-spal 3-0

Il 3-0 Viola a firma Federico Chiesa

56′ GOOOOOOOOOOOL!!!! FEDERICO CHIESA!!!! SCAMBIO IN AREA TRA SIMEONE E PJACA, IL CROATO INCIAMPA SUL PALLONE MA FEDERICO IN DIAGONALE BATTE A RETE PER IL 3-0!!!! Partita chiusa al Franchi!!!

61′ Ancora occasione per Chiesa ma Gomis para a terra!!

65′ Esce Chiesa per Mirallas.

69′ Milenkovic sfiora la doppietta di testa su splendido assist di Pjaca!!!

71′ Spal in 10!!! Rosso diretto per Kurtic per un intervento su Pezzella.

72′ Kurtic torna in campo, l’arbitro con il Var trasforma il rosso in giallo

76′ Esce Pjaca entra Eysseric.

78′ Hancko entra benissimo  in area, mette al centro ma il pallone è deviato in angolo.

82′ Occasione di testa per Simeone ma il pallone finisce fuori.

90′ + 4′ Simeone!!! Ci prova dal limite palla alta!!!!

E’ finita!!!! Fiorentina batte Spal 3-0 e sale al secondo posto in classifica per il momento!!!

 

La partita a modo mio

Fiorentina-Spal 3-0. Senza se e senza ma. Forse non era la Spal che ci aspettavamo, forse era semplicemente la Fiorentina che volevamo. Fatto sta che non c’è praticamente mai stata partita. La Fiorentina ha giocato con calma, ha giocato bene. E ha colpito quando c’era da colpire. Chiudendola, quasi subito. Senza mai smettere di giocare. Dimostrando di aver imparato dalla sconfitta di Napoli e dal pareggio a Genova con la Sampdoria. E questa squadra continua a piacere. Tanto.

E’ arrivato il primo gol in Viola e in Serie A per Marko Pjaca, che pur non avrà giocato una partita indimenticabile ma ha risposto presente. Nella ripresa ha messo una palla sulla testa d Milenkovic che poteva essere la doppietta per il difensore Viola. Finita di poco a lato. Già, a proposito di Milenkovic. Questa estate, a detta di Corvino, è stato uno dei giocatori più richiesti.  Uno di quelli che “sono rimati e per i quali abbiamo resistito ad ogni attacco” diceva Pantaleo. E c’è da credergli, perchè questo giocatore dimostra sempre più di avere doti da grande club mondiale. Speriamo che possa rimanere a lungo a Firenze. E poi c’è il gol di Chiesa. Peccato per Simeone, oggi è sembrato troppo confusionario, ma la voglia non manca mai. E gli utlimi minuti di Mirallas che fanno ben sperare.

11 gol segnati. Soltanto 3 gol presi in 5 partite. La miglior difesa in Italia insieme a quella della Samp. Addirittura un gol preso in meno della Juventus. Che di partite ne ha giocate solo 4. Si dice che gli scudetti si vincono non prendendo gol. Lo scudetto non è assolutamente l’obbiettivo di questa squadra, chiariamolo subito. Anche se siamo secondi in calssifica. Anche se era “solo” la Spal. GIà, perchè a detta di molti tifosi, in fondo abbiamo battuto solo la Spal. Alla quale, è bene ricordarlo, l’anno scorso abbiamo strappato solo 2 punti su 6! E prima era solo il Chievo, che poi è andato a Roma e ha pareggiato 2-2. Che aveva fatto dannare la Juventus ed era capitolata soltanto nel recupero della partita.

Sembra che i tifosi viola non sappiano più sognare. Troppo cocenti le delusioni degli ultimi anni. Troppo alto il rancore verso i Della valle. E questo fa male più di tutto. Perchè non sanno più sognare. Sia chiaro, nessun volo pindarico. Questa squadra ha solo l’obbiettivo di riportarci in Europa. Ma non riuscire a godere neanche di una vittoria così bella, così indiscutibile, seppur contro la Spal, fa molto pensare.

Speriamo che il tempo riporti l’entusiasmo anche fra il pubblico. Perchè questi ragazzi sembrano averne davvero tanto. E, da sempre, è la ricetta vincente.

Sempre Forza Viola!

Highlights Fiorentina-Spal 3-0

Riviviamo gli highlights Fiorentina-Spal 3-0

Vedi tutti gli highlights della Fiorentina nella stagione 2018/19

post

Ravelli (CorSera) sulla “Fascia Astori”: parla Marotta che espone scudetti revocati

Continua la diatriba tra Lega e squadre di Serie A per l’estetica della fascia da Capitano. In particolare fa discutere la polemica in riferimento a quella utilizzata dalla Fiorentina, con la scritta “DA13” in ricordo di Davide, per la quale la Fiorentina è disposta addirittura a pagare le multe.

Sull’argomento interviene anche la giornalista Arianna Ravelli del Corriere della Sera che ci va gù pesante contro Marotta, a seguito delle sue dichiarazioni.

Da una settimana il calcio italiano parla della indispensabile decisione di vietare le fasce da capitano personalizzate, e si sta ancora aspettando di trovare la soluzione – di puro buon senso – che consenta ai giocatori della Fiorentina di far vivere il ricordo di Astori. Ne è seguito perdibilissimo dibattito, anche se la Fiorentina si era già detta disposta a pagare le multe (un’assurdità). Impagabili le parole di Beppe Marotta, ad della Juve: «Rispetto per i sentimenti, ma c’è un regolamento. Ne parleremo». Detto dal dirigente della società che espone due scudetti che sono stati revocati. Un consiglio: parlatene poco, risolvetela subito e poi dedicatevi a cose più serie, perché dare ragione alla Bild che ci sbeffeggia è molto fastidioso”.

Sull’argomento sono intervenuti in molti, sia i giocatori della Fiorentina in Nazionale che chiedono di usare buon senso, sia i loro compagni solidali con il ricordo del Capitano Viola.

Sono arrivate anche le parole dell’ex viola Roberto Galbiati: “La Lega dovrebbe pensare ad altro, queste sottilezze che non servono a niente. Non è possibile non sapere quante squadre giocheranno in B e C, la fascia è una cavolata enorme”

 

post

Milan-Fiorentina 5-1: finisce (male) il Campionato Viola

Sintesi partita

Siamo arrivati all’ultima giornata di campionato, senza che purtroppo la Fiorentina abbia praticamente più niente su cui puntare. L’unica possibilità per andare in Europa League, pur passando dai turni preliminari, sarebbe quella di battere in goleada il Milan e sperare che il Cagliari faccia altrettanto con l’Atalanta.
Continua a leggere