post

Il “regalo” di Commisso al “simpatico” Gasperini e a Percassi

Prima di ripartire per gli Stati Uniti il presidente viola Rocco Commisso ha voluto rispondere alle pesanti accuse dell’allenatore dell’Atalanta Gasperini e al presidente Percassi.

E lo ha fatto a modo suo, come sempre.

Veniamo ai fatti. Durante la partita di Coppa Italia tra Fiorentina e Atalanta di ieri, dallo stadio si sono levati dei cori contro l’allenatore della dea. Anche pesanti, per carità (“Gasperini figlio di p….“), ma “figli” di una tensione creata e alimentata dallo stesso allenatore in più occasioni.

Non ultima la telenovela nei confronti di Federico Chiesa, accusato dal Gasp di essere un cascatore e per questo offeso e fischiato dai tifosi bergamaschi ad ogni occasione possibile.

Ieri, a fine partita, l’allenatore è stato molto duro nei confronti dei tifosi viola: “Gli insulti? Ero concentrato sulla mia squadra, “figlio di p…” mi sembra un’offesa pesante. Mia mamma ha fatto la guerra per dare libertà anche a quelli che mi dicono “figlio di p….”. Ma i “figli di p…” sono loro. Si tratta di maleducazione e cafonaggine.”

Contro i tifosi della Fiorentina anche il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi:Gasperini al Franchi è stato oggetto di coridisgustosi, incivili, insopportabili. UNa cosa indecente, andata avanti per tutta la partita e trasmessa dalle tv. Tutto questo è vergognoso. L’arbitro doveva sospendere la partita come quando si levano ululati razzisti. Gasperini ha reagito nel modo giusto, A Firenze si è toccato il fondo.

Rocco Commisso non ci sta e fa sentire la sua parola:

Ho letto e sentito parole molto dure nei confronti dei tifosi della Fiorentina. Sia da parte di Gasperini che di Percassi. Mi è stato raccontato che dopo le dichiarazioni di Gasperini l’anno scorso su Chiesa, il nostro giocatore a Bergamo è stato insultato per tutta la partita. Mio figlio e Joe Barone quest’anno a Parma contro l’Atalanta sono stati insultati e anche minacciati ma nessuno ha detto nulla, si è data la colpa al personale di servizio. Al figlio di Percassi ho dato massima accoglienza e sono rimasto diverso tempo a parlare con lui a fine partita. Prima di parlare dei tifosi di altre squadre e della Fiorentina in particolare, penso sia doveroso guardare cosa succede in casa propria. Dove anche dopo i cori razzisti nei confronti di Dalbert i commenti in casa Atalanta non sono stati di altrettanta forte condanna. I tifosi della Fiorentina vanno rispettati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *