post

Senti chi parla!!!

Ormai lo sanno anche i muri (per l’appunto), perchè la foto ha fatto il giro del mondo.

Un’immagine vergognosa, sia chiaro, di scritte terribili da cui i fiorentini, i veri fiorentini, hanno fin da subito preso le distanze.

 

Ovviamente si sono mobilitate trasmissioni sportive, giornali e telegiornali, i principali siti web, per dare risalto a una “Firenze da vergogna”, capace di infangare ancora il nome di Gaetano Scirea e delle vittime dell’Heysel. Scritte ben presto fatte cancellare dal sindaco di Firenze Dario Nardella, ma che hanno fatto purtroppo in tempo a girare il mondo del web.

Giornalisti indignati, sportivi che accusano (più o meno direttamente) la tifoseria gigliata. Un “rumore” mediatico che ha indignato (giustamente!)  la stessa Città di Firenze che, è bene ricordarlo, ha condannato immediatamente il vergognoso gesto.

Subito dopo la partita ci avevano pensato Allegri  e Nedved ad attaccare più o meno impietosamente il popolo Viola. Dimenticandosi (chissà perchè!!) di condannare al pari anche i vergognosi striscioni comparsi allo Juventus Stadium contro Torino e Superga!!! Con la differenza, non di poco conto, che in quel caso gli striscioni sono stati fatti entrare DENTRO al super stadio bianconero….)

 

Solo Gigi Buffon, intervenuto da Parigi alla trasmissione Tiki Taka, ha deichiarato “mi rifiuto categoricamente di credere che quelle scritte siano state fatte dai tifosi della Fiorentina, sfido chiuque a convincermi che siano stati loro“. Sarà che il buon Gigi sia un vero signore, sarà che il buon GIgi non vestendo più la maglia bianconera si possa prendere la libertà di dire finalmente quello che pensa, forse riconoscendo anche i ben noti “peccati” della sua ex tifoseria, questo poco importa.

Dopo due giorni di “crocifissioni” mediatiche è intervenuto il sindaco di Firenze Nardella per difendere la Città: “Ci siamo subito attivati per cancellare le scritte ignobili e vergognose su Scirea e Heysel. Spero che gli autori vengano individuati e puniti dalle forze dell’ordine. Alcuni media hanno messo sul banco degli imputati l’intera città e tifoseria viola ed è sbagliato, non si deve mai fare di tutta l’erba un fascio e non ci fa affrontare i problemi nel modo corretto. Gli autori sono prima di tutto nemici di Firenze, fanno un danno alla città e anche a tutta la tifoseria, da cui spero arrivi una risposta forte.”

Non è purtroppo una novità che quello (di negativo) che succede a Firenze abbia una cassa di risonanza molto maggiore rispetto a quello che avviene in altre città e in altri stadi italiani.

Sia inteso, quelle scritte sono deplorevoli e vanno assolutamente condannate! E i responsabili, che siano fiorentini o no, devono essere rintracciati e condannati pesantemente! Non siamo certo qui a difendere i deficienti che le hanno fatte!!!

Come vanno condannati certi cori vergognosi che si sentono i tutti gli stadi d’Italia. Firenze è stata condannata a livello mediatico anche per i cori “Amo Liverpool”, per dirla tutta, ma non hanno avuto lo stesso risalto nazionale  i cori degli juventini al termine della partita con la Spal contro Napoli e Firenze, inneggiando al Vesuvio e condannando Firenze alle fiamme!

Nelle ultime ore, poi, si è scoperto che qualcosa… non torna!!

Già, perchè le scritte sul muro di Firenze hanno cominciato a circolare in rete intorno alle 14, in un orario in cui quella zona (viala Paoli) era già presidiata da Polizia e tifosi juventini da diverse ore. Se, come si presume, le scritte fossero state fatte dai fiorentini durante la notte, coma mai non hanno cominciato a girare sul web già dalle prime ore della mattina con l’arrivo dei primi tifosi juventini?? Ovviamente la zona era interdetta ai tifosi gigliati nella mattinata!

Secondo dubbio: i colori usati per la scritta non coincidono con quelli usati abitualmente dalla tifoserie gigliata. Di solito le scritte sui muri dei tifosi viola sono fatte con colore rosso o viola. Non in nero! Inoltre la scritta non è firmata da nessun Gruppo di supporters, come invece di solito si usa fare.

Terzo dubbio: le “font” usate per le scritte sono di chiaro carattere fascista. La Curva Fiesole è risaputo essere una Curva apolitica. Quel “font” non è mai stato usato negli striscioni dei tifosi Viola.

Ma, guarda che combinazione, lo si ritrova invece in almeno uno striscione dei supporters bianconeri

 

Sia chiaro, questa non vuole essere una accusa per nessuno, stiamo solo analizzando dei dati. Dei dati… un po’ inquietanti. E sicuramente insufficienti per un processo mediatico contro Firenze.

Ma c’è un ultimo particolare che, forse, ai più è sfuggito!

Il Sindaco Nardella ha fatto cancellare le vergognose scritte praticamente subito, ma prima di questo, i tifosi bianconeri hanno fatto in tempo ad effettuare qualche “piccola modifica“, altrettanto VERGOGNOSA che però, guarda caso, è passata inosservata ai media!

Chissà se almeno dalle testate giornalistiche di Firenze, verrà dato risalto anche a questo comportamento di chi vorrebbe insegnare la moralità agli altri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *